Spilamberto: accordo Comune-sindacati su nuovo polo logistico

Accordo tra Comune e sindacati sul futuro polo logistico di Spilamberto. Verrà realizzato tutelando la regolarità e sicurezza del lavoro, salvaguardando la sostenibilità sociale e ambientale, garantendo la legalità e il contrasto alla corruzione. Lo prevede il documento firmato ieri – lunedì 30 luglio – in Comune di Spilamberto al termine dell’incontro tra il sindaco Umberto Costantini, Anna Paragliola (Cgil Modena),

Maurizio Brighenti (secondo da sinistra), responsabile Cisl zona di Vignola e Castelfranco, firma l’accordo sul nuovo polo logistico di Spilamberto

Maurizio Brighenti (Cisl Emilia Centrale) e Alberto Zanetti (Uil di Modena e Reggio). L’incontro era stato convocato dall’amministrazione comunale nel rispetto di quanto stabilito dal protocollo di relazioni sindacali firmato da Unione Terre di Castelli, Comuni aderenti e Cgil Cisl Uil nel luglio 2018. Viste le politiche regionali di limitazione di uso del suolo e riqualificazione del territorio attraverso investimenti improntati al miglioramento della sostenibilità ambientale e vista la prossima realizzazione della cosiddetta “complanarina”, le parti hanno concordato alcuni punti. Innanzitutto di promuovere congiuntamente azioni volte a sostenere lavoro regolare, di qualità e sicuro, anche attraverso un sistema di relazioni per creare una forte cultura partecipativa per uno sviluppo economico all’insegna dei principi di sostenibilità sociale e ambientale. In secondo luogo sindacati e Comune di Spilamberto promuoveranno congiuntamente azioni volte alla promozione della legalità e di contrasto alla corruzione attraverso strumenti di controllo degli appalti e della sicurezza sul lavoro. «Si tratta di un accordo importante – dichiarano i sindacalisti di Cgil Cisl Uil – perché si continua a operare in coerenza con il Patto per il Lavoro firmato nel 2015 tra la Regione Emilia-Romagna, Cgil Cisl Uil, associazioni di categoria e università. L’obiettivo è creare occupazione di qualità (stiamo parlando di oltre 400 posti di lavoro, più tutto l’indotto), anche attraverso la contrattazione territoriale in un sistema di relazioni sindacali che possa contribuire a un sviluppo economico sostenibile sia da un punto di vista sociale che ambientale». Per raggiungere questi obiettivi l’amministrazione comunale di Spilamberto si è impegnata a informare e coinvolgere preventivamente le organizzazioni sindacali firmatarie, attraverso incontri specifici finalizzati al raggiungimento di accordi condivisi sulle fasi di avanzamento del progetto.

2018-07-31T10:13:31+00:00