“Nella nostra zona ci sono tanti lavoratori stranieri e grazie all’apertura dello sportello Anolf Cisl (l’associazione che tutela e assiste gli immigrati) potenzieremo i servizi rivolti a questa particolare fascia di lavoratori.” Così il responsabile Cisl della zona di Scandiano, Daniele Donnarumma.

“In questo modo, sarà più semplice per il lavoratore rinnovare il permesso di soggiorno – aggiunge il sindacalista – chiedere il ricongiungimento famigliare e fare domanda di cittadinanza nel caso in cui vengano rispettati tutti i requisiti. Inoltre potranno utilizzare anche i servizi di patronato, di Caf e sindacali per avere un servizio a trecentosessanta gradi.”

Il nuovo “servizio” che sorgerà a Scandiano, che sarà aperto nelle mattine di martedì è stato individuato nell’ambito dell’unificazione dei territori di Modena e Reggio Emilia in Cisl Emilia Centrale, che vede anche l’accorpamento di zone limitrofe ed omogenee, come Sassuolo e Scandiano. Il numero dei lavoratori immigrati nel Comune, corrisponde circa a 2100 persone, 8,1% della popolazione, impiegate soprattutto nel settore industriale, edile e agricolo. “Miglioreremo la nostra presenza sul territorio grazie al lavoro di squadra – conclude il responsabile di zona – come Cisl Emilia Centrale, vogliamo favorire i processi di integrazione e convivenza nel rispetto della legalità.”