Nell’Unione Terre di Castelli i nidi pubblici restano aperti anche nel mese di luglio e funzionano come centri estivi. È stato sottoscritto nei giorni scorsi, infatti, l’accordo tra Asp (Azienda servizi alla persona) Terre di Castelli, Fp Cgil Modena, Cisl Funzione pubblica Emilia Centrale e le rsu dei nidi d’infanzia per l’impiego del personale dipendente dei servizi 0-3 anni nelle attività estive. «È stato indispensabile sottoscrivere questo testo perché nel distretto non c’erano già altri accordi per i centri estivi e per l’impiego di personale educativo pubblico per il mese di luglio

il nido Azzurro di Castelnuovo Rangone

– spiegano i sindacati – Il ccnl funzioni locali prescrive, in questi casi, la necessità di raggiungere un’intesa con le rappresentanze sindacali». L’accordo prevede l’adesione volontaria e alternata delle educatrici per quattro settimane (dall’8 al 31 luglio,) affiancate dalle collaboratrici operanti presso i nidi d’infaniza gestiti da Asp. Le attività dei centri estivi gestiti direttamente da Asp Terre di Castelli si svolgono presso il nido Azzurro di Castelnuovo Rangone e, in parte, anche presso il nido Le Margherite di Spilamberto. «Il protocollo sottoscritto, valido per la sola estate 2020, – continuano i sindacati – dimostra ancora una volta la capacità del lavoro pubblico di dare risposte tempestive alla comunità locale anche nelle fasi straordinarie ed emergenziali come quella che stiamo attraversando, facendo la propria parte in modo coordinato, sicuro e tutelato», concludono Fp Cgil Modena e Cisl Funzione pubblica Emilia Centrale.