È stata approvata all’unanimità dai lavoratori l’ipotesi di accordo per il rinnovo del contratto integrativo delle aziende associate a Sacabus che hanno in appalto il trasporto pubblico locale gestito da Seta spa a Modena e Reggio Emilia.

L’accordo, che riguarda i 110 autisti e manutentori distribuiti tra Carpi Bus In, Star, Concord Tours, Fly Bus e Carpi Tour, sarà firmato e depositato nei prossimi giorni.

Ne danno notizia i sindacati Filt Cgil, Fit Cisl, Uiltrasporti e Faisa Cisal, che esprimono soddisfazione per il risultato raggiunto, considerando anche tutte le difficoltà che il trasporto pubblico locale sta attraversando a causa del continuo aumento dei prezzi del carburante e i diminuiti incassi dovuti alle restrizioni/limitazioni legate al Covid.

Punto qualificante è il riconoscimento ai lavoratori, che operano in società in appalto, del mantenimento dell’accordo in essere in caso di subentro di altre aziende, alla luce delle future gare del trasporto pubblico locale indette dalle Agenzie della Mobilità.

L’accordo prevede un premio di risultato legato a obiettivi aziendali fino a un massimo di 500 euro lordi annui. È previsto l’aumento progressivo del buono mensa, che passa dagli attuali 5,29 a 7,30 euro nel 2024. A livello di inquadramento, il passaggio al parametro successivo avviene dopo sei anni, non più dopo otto (come prevede il ccnl).
È stata aumentata l’indennità giornaliera del turno domenicale, sale da 6 a 8,50 euro.
È prevista la rotazione dei periodi di ferie tra gli autisti, superando il criterio dell’anzianità di servizio.