Bonus colf e badanti, Cisl: «Opportunità per 50 mila lavoratrici e famiglie modenesi e reggiane»

Sono quasi 50 mila tra Modena e Reggio le colf e badanti che potrebbero chiedere il bonus di 500 euro previsto dal decreto “Rilancio”. Lo afferma la Cisl Emilia Centrale, disponibile ad aiutare gratuitamente le lavoratrici domestiche a preparare la domanda. La Cisl da anni si occupa di queste lavoratrici con uno specifico servizio del proprio Caf che assiste le famiglie nella parte amministrativa e contrattuale (Info 059 890944; modena@caf.servercisl.it; 0522 357474; reggioemilia@caf.servercisl.it ). (altro…)

Bonus colf e badanti, Cisl: «Opportunità per 50 mila lavoratrici e famiglie modenesi e reggiane»2020-06-03T08:54:00+00:00

Ripartenza, Ballotta (Cisl): «In difficoltà imprese esportatrici, piccolo commercio, turismo e ristorazione»

«Prendendo per buoni i dati di Prometeia, che stima un calo di 60 mila posti in Emilia-Romagna, possiamo ipotizzare tra i 5 e 10 mila i posti di lavoro che potrebbe perdere il nostro territorio. Ma fare previsioni in questa fase è un azzardo, perché mai come oggi il futuro è un’incognita e molto dipende anche dalla capacità di reazione dei singoli territori». (altro…)

Ripartenza, Ballotta (Cisl): «In difficoltà imprese esportatrici, piccolo commercio, turismo e ristorazione»2020-06-01T14:11:22+00:00

#IoNonAumento: sostegno delle associazioni di consumatori

Appoggio all’iniziativa #IoNonAumento, promossa da un gruppo di commercianti modenesi, viene espressa oggi dalle associazioni dei consumatori. Per Adiconsum, Federconsumatori, Movimento Consumatori e Adoc si tratta di un’iniziativa apprezzabile che afferma con chiarezza che non tutti i comportamenti sono uguali. (altro…)

#IoNonAumento: sostegno delle associazioni di consumatori2020-06-01T13:53:25+00:00

Servizi educativi 0-6 anni Modena: Cgil Cisl Uil chiedono coerenza nei trattamenti, risorse, stabilità occupazionale e rilancio del pubblico

«Pur rispettando la decisione democratica del Consiglio comunale, avremmo preferito un esito diverso in questa vicenda». Lo dichiarano Cgil Modena, Cisl Emilia Centrale, Uil Modena e Reggio Emilia e le rispettive categorie della funzione pubblica e della scuola commentando la delibera, approvata giovedì scorso in Consiglio comunale, che avvia il percorso di esternalizzazione di due nidi, i quali passeranno dalla gestione diretta del Comune di Modena alla Fondazione Cresciamo. (altro…)

Servizi educativi 0-6 anni Modena: Cgil Cisl Uil chiedono coerenza nei trattamenti, risorse, stabilità occupazionale e rilancio del pubblico2020-06-01T09:43:50+00:00

Papaleo, Cisl al Carlino Reggio: «Sono a rischio 60mila posti di lavoro: c’è tanta preoccupazione ma io resto ottimista»

«Sono dati allarmanti. Se poi ci aggiungiamo anche quelli diffusi dallo studio Prometea secondo cui sono a rischio 60mila posti di lavoro in tutta l’Emilia-Romagna, la preoccupazione è alta». Rosamaria Papaleo (nella foto), segretaria della Cisl commenta così i numeri sulla cassa integrazione diffusi giovedì 29 maggio dalla Camera di Commercio di Reggio Emilia e pubblicati sul Carlino Reggio.
Cifre che attestavano il totale delle ore concesse da gennaio ad aprile ad 11,1 milioni nella nostra provincia, quasi le stesse dell’intero 2012, in piena crisi economica. «Spero non si facciano più ore di cassa – commenta la sindacalista – anche perché c’è una grande falla nel decreto rilancio del Governo che dispone cinque settimane oltre a quelle già finanziate, da fare entro 31 agosto, più altre quattro dal 1° settembre a patto che l’azienda abbia già esaurito quelle precedenti. Ma la situazione è così drammatica che tante imprese a giugno le avranno già finite e rischiano di saltare in aria. Come Cisl proponiamo di recuperare questo gap e di estendere l’inclusività». La Papaleo poi analizza nel dettaglio le cause della crisi: «Prima della pandemia nella nostra regione la disoccupazione era scesa al 4,8%. Temiamo che alla ripartenza post-epidemia ci sogneremo questo numero. Il lockdown genererà perdite soprattutto a livello di export sul quale Reggio punta tantissimo e sul turismo». Non manca però l’ottimismo. «Sono fiduciosa – conclude la sindacalista – che con la riapertura delle frontiere, un’economia globalizzata come la nostra, le commesse possano ripartire. Ma è necessario rivitalizzare il patto sociale per il lavoro con le istituzioni. Occorre far ripartire al più presto gli investimenti pubblici sia per quanto riguarda le infrastrutture materiale come grandi opere e manutenzione sia quelle immateriali come l’istruzione, la ricerca e l’industria 4.0 visto che questa pandemia ci ha messo di fronte quanto sia importante la digitalizzazione. Dobbiamo puntare sulle politiche attive del lavoro. Solo così ne possiamo uscire vincitori».
(Daniele Petrone, Carlino Reggio del 31 maggio 2020)

(altro…)

Papaleo, Cisl al Carlino Reggio: «Sono a rischio 60mila posti di lavoro: c’è tanta preoccupazione ma io resto ottimista»2020-06-01T07:57:15+00:00

Buoni postali: grazie ad Adiconsum risparmiatore recupera 23 mila euro

Grazie ad Adiconsum Emilia Centrale (associazione consumatori della Cisl) un cittadino ha incassato 23 mila euro per errata liquidazione degli interessi su un buono postale della serie Q/P. Il risparmiatore, possessore di due buoni fruttiferi del 1988, ha fatto ricorso contro Poste Italiane, che non voleva riconoscergli pienamente i rendimenti indicati sul retro dei titoli. (altro…)

Buoni postali: grazie ad Adiconsum risparmiatore recupera 23 mila euro2020-05-29T08:45:27+00:00

Hera, gara da 12 milioni euro per cassonetti rifiuti: Cisl, «No al massimo ribasso, ci rimettono i lavoratori»

No al massimo ribasso nella gara di Hera per la fornitura di cassonetti dei rifiuti. Lo dicono il sindacato dei metalmeccanici Fim Cisl Emilia Centrale e quello dei lavoratori dell’ambiente Fit Cisl Emilia-Romagna, in riferimento al nuovo bando emesso da Hera, (altro…)

Hera, gara da 12 milioni euro per cassonetti rifiuti: Cisl, «No al massimo ribasso, ci rimettono i lavoratori»2020-05-27T12:48:30+00:00

Comune Modena: a rischio esternalizzazione anche i servizi anziani e disabili

Dopo i due nidi comunali, anche un centro disabili e uno spazio anziani rischiano di essere ceduti ai privati. Lo sostengono Fp Cgil Modena e Cisl Funzione pubblica Emilia Centrale, che nei giorni scorsi hanno convocato un’assemblea dei dipendenti del Comune di Modena in servizio presso il centro diurno socio-riabilitativo per disabili Il Pisano, la casa residenza anziani Vignolese, lo spazio anziani e i centri territoriali gestiti direttamente dal Comune. (altro…)

Comune Modena: a rischio esternalizzazione anche i servizi anziani e disabili2020-05-25T10:55:26+00:00