Biblioteche Modena: sindacati preoccupati per l’aggiudicazione dell’appalto

Preoccupa i sindacati il risultato del bando di gara per l’affidamento dei servizi bibliotecari delle biblioteche comunali di Modena e per il Polo bibliotecario modenese Sbn. Ad aggiudicarsi l’appalto è stata una cooperativa bolognese che si è proposta con un abbattimento del costo del 14%. (altro…)

Biblioteche Modena: sindacati preoccupati per l’aggiudicazione dell’appalto2019-04-19T13:29:46+00:00

Molestie, Ballotta segretario generale: “Abbiamo le competenze per affrontarle”. Lo sportello anche a Reggio Emilia

Dal primo di aprile la Cisl Emilia Centrale ha aperto uno sportello di ascolto sulle molestie e violenze sui luoghi di lavoro. Un nuovo servizio seguito da sindacaliste, formate grazie a un progetto promosso dalla Cisl Emilia Romagna.

“In questo sportello offriamo ascolto e tutela alle lavoratrici e ai lavoratori che ritengano di avere subito molestie o violenze nel proprio luogo di lavoro – spiega William Ballotta, segretario generale Cisl Emilia Centrale – possono venire da noi tutti coloro che ne sentono il bisogno, siano iscritti o non iscritti alla Cisl, indipendentemente dalla categoria professionale o dal tipo di lavoro. Allo sportello offriamo competenze adeguate per raccogliere il disagio del lavoratore definendo, in termini corretti, il giusto significato di quanto subito, distinguendo tra i casi di stress, mobbing, violenza”.

Sono diverse le segnalazioni raccolte dal sindacato della Cisl negli ultimi mesi nel territorio reggiano. Da annoverare alla voce violenza psicologica quello di una lavoratrice che al rientro dalla seconda maternità ha subito, oltre ad attacchi verbali, un cambio turno che le ha stravolto la vita lavorativa, con aggressività da parte dei superiori e dei colleghi.

Tra i casi di discriminazione, anche tra donne, quello di una lavoratrice di cui nel luogo di lavoro si è conosciuta la sua omosessualità e, ora, è discriminata dalle stesse colleghe e dallo stesso superiore per ottenerne le dimissioni. Un caso, questo, anche di stress da lavoro correlato: è uno dei fattori scatenanti la violenza.

E se mobbing o, peggio, molestie di tipo sessuale, in passato, potevano essere “la parte del gioco”, oggi non è più così: anni fa dovette cambiare luogo di lavoro un direttore d’azienda che prometteva avanzamenti di carriera in cambio di favori sessuali.

Al sindacato hanno registrato anche molestie verbali, con minacce, come tra colleghi di lavoro, anche di sesso femminile, sfociate in alcuni casi in tribunale.

“Lo sportello che abbiamo attivato è gestito dal coordinamento femminile Cisl Emilia Centrale – spiega Rosamaria Papaleo, segretaria Cisl Emilia Centrale – ed opera in collaborazione con gli uffici pubblici competenti per le denunce in materia: l’Ispettorato territoriale del lavoro e le consigliere di parità della Provincia di Reggio Emilia. Purtroppo la riduzione delle competenze delle Province ha portato a una drastica riduzione delle risorse a disposizione e a un impoverimento del ruolo delle consigliere di parità, con incognite sul futuro”.

Il consigliere di parità esegue la sua attività con un gettone di 68 euro lordi mensili. Negli anni le consigliere di parità hanno svolto un lavoro molto prezioso in collaborazione con sindacati, associazioni, e altre istituzioni. “Alla Provincia di Reggio Emilia – conclude la Papaleo – chiediamo di rafforzare funzioni e risorse di questa figura che si è dimostrata capace di contrastare le molestie e le violenze lavorative. Solo negli ultimi tre anni, secondo i dati Istat, su base nazionale, sono state 167mila le donne che sul luogo di lavoro o in fase di colloquio assuntivo, hanno subito forme di violenza, con una prevalenza a livello di comparti, nei settori delle attività professionali, scientifiche e tecniche ed in quello del lavoro domestico”.

Su base locale una recente indagine di Associazione Donne Giustizia, parla del 40% di lavoratrici vittime di molestie.

Lo sportello Cisl di ascolto sulle molestie nei luoghi di lavoro si trova in via Turri, e riceve il venerdì mattina dalla 9 alle 13 (0522357411).

Molestie, Ballotta segretario generale: “Abbiamo le competenze per affrontarle”. Lo sportello anche a Reggio Emilia2019-04-19T10:06:17+00:00

Molestie e violenze sul lavoro: Cisl apre uno sportello di ascolto

La Cisl Emilia Centrale ha aperto uno sportello di ascolto sulle molestie e violenze nei luoghi di lavoro. A Modena si trova a palazzo Europa (via Emilia Ovest 101) e riceve il pubblico il lunedì mattina dalle 9 alle 13 (tel. 059 890811); a Reggio Emilia è in via Turri 71 (tel 0522 357411) ed è aperto il martedì dalle 9 alle 13. (altro…)

Molestie e violenze sul lavoro: Cisl apre uno sportello di ascolto2019-04-19T08:17:23+00:00

Oscar Ceramiche Sassuolo: forte preoccupazione sul futuro

Forte preoccupazione di sindacati e rsu dopo la notizia del ritiro di Ecodelta srl dall’acquisizione della Oscar Ceramiche di Sassuolo, in fallimento dal 22 ottobre scorso. La vertenza, che si trascina da sei mesi, coinvolge un’ottantina di lavoratori in cassa integrazione straordinaria fino a domenica il 21 aprile. (altro…)

Oscar Ceramiche Sassuolo: forte preoccupazione sul futuro2019-04-18T11:14:14+00:00

Commercio: sindacati proclamano sciopero a Pasqua e astensione dal lavoro a Pasquetta, 25 aprile e 1° Maggio

Sciopero domenica 21 aprile (Pasqua), astensione dal lavoro 22 (Lunedì dell’Angelo), 25 aprile (Festa della Liberazione) e mercoledì 1 maggio (Festa del Lavoro. I sindacati Filcams Cgil, Fisascat Cisl e Uiltucs Uil dell’Emilia-Romagna invitano gli addetti del commercio privato, cooperativo e di tutte le attività svolte all’interno dei centri commerciali ad astenersi dal lavoro nelle festività. (altro…)

Commercio: sindacati proclamano sciopero a Pasqua e astensione dal lavoro a Pasquetta, 25 aprile e 1° Maggio2019-04-16T09:22:40+00:00

“Una provocazione coerente con le politiche governative”

Dopo che Forza Nuova Reggio Emilia ha affisso uno striscione con il messaggio “Coop e Ong, finito soldi o finito amore?” davanti alla Cooperativa Sociale “L’Ovile” – a seguito dell’annuncio delle mancate partecipazioni alla gara d’appalto sulla prima accoglienza dei richiedenti asilo –  intervengono Cisl, Cgil e Uil reggiane.

 

Esprimiamo una ferma condanna verso chi usa ogni pretesto per intervenire strumentalmente sul tema  immigrati – affermano per Cisl, Cgil e Uil, Domenico Chiatto, Ramona Campari e Jacopo Scialla -.Questa provocazione è coerente con la politica promossa dal governo che ha criminalizzato il lavoro dei cooperanti, svalorizzato il contributo fondamentale delle Ong e ha alimentato odio e rancore producendo più insicurezza. Il bando “oggetto della discordia” – continuano –  a cui non hanno partecipato le cooperative sociali reggiane apre al rischio che nella nostra città si facciano strada soggetti disponibili a lavorare al massimo ribasso nella gestione dell’accoglienza con conseguenze sul percorso di integrazione davvero pericolose. Invece, a Reggio si è sempre riusciti a trovare i giusti equilibri”.

Infine, Cisl, Cgil e Uil esprimono solidarietà ai lavoratori della Cooperativa l’Ovile.

“Una provocazione coerente con le politiche governative”2019-04-15T16:36:03+00:00

“Corsa ad ostacoli”: come le donne conciliano lavoro e famiglia

Lunedì 15 aprile presso il Centro Simonazzi in via Turri 55/a, Reggio Emilia alle 20:45 si terrà la prima iniziativa del ciclo di incontri “Corsa ad ostacoli – Specialità femminile delle donne al lavoro”, una serie di approfondimenti dedicati al rapporto tra maternità e lavoro.

 

“Come viene tutelata oggi una madre lavoratrice? Cosa fare per evitare che le donne debbano scegliere tra lavoro e famiglia? Può esistere un welfare aziendale a misura di mamma?” Parte da queste domande Ottavia Soncini, consigliere regionale del PD, promotrice dell’iniziativa e aggiunge  “ci metteremo in ascolto di esperti per “un bagno di realtà” sulla situazione delle madri che lavorano, sulle politiche di conciliazione lavoro/famiglia, ma anche sulla valorizzazione di esperienze di welfare aziendale nel nostro territorio.”

 

La serata, organizzata grazie al contributo di Camposamarotto e Remiamo, vedrà la partecipazione di Paride Barani, commercialista iscritto all’Odcec Re, dell’imprenditore Graziano Grasselli e di Rosamaria Papaleo, segretaria Cisl Emilia Centrale.

“Corsa ad ostacoli”: come le donne conciliano lavoro e famiglia2019-04-13T10:06:06+00:00

Immigrazione e accoglienza: critica Cisl Emilia-Romagna al decreto sicurezza

«Invasione? In Emilia-Romagna i richiedenti asilo rappresentano appena il 2 per mille della popolazione (sono poco più di 9 mila su una popolazione di quasi quattro milioni e mezzo di persone), mentre il vero rischio su cui occorre fare attenzione è la marginalità sociale, che inevitabilmente finisce per alimentare il lavoro nero e lo sfruttamento». (altro…)

Immigrazione e accoglienza: critica Cisl Emilia-Romagna al decreto sicurezza2019-04-12T12:53:53+00:00