I sindacati dei pensionati: “Correggio, un segnale d’allarme che rischia di degenerare”. La vicinanza alla vittime e ai loro famigliari

Quanto è accaduto nel Centro Anziani Correggio, documentato dai filmati e dalle intercettazioni ambientali pubblicati dai Carabinieri è di una gravità sconcertante che non avrebbe mai dovuto succedere. Il fatto è ancora più grave in quanto avvenuto in una struttura di proprietà del Comune, accreditata dalla Regione e gestita dalla più importante cooperativa sociale del nostro territorio, Coopselios.

Quanto è avvenuto costituisce un ulteriore segnale di allarme per la situazione nel settore dell’assistenza alle persone non autosufficienti che rischia di degenerare anche in territori, come il nostro, da sempre noti per la qualità e l‘umanità dei servizi erogati. I sindacati dei pensionati, Spi-Cgil, Fnp Cisl E Uilp-Uil hanno denunciato da tempo i pericoli derivanti dalla rinuncia delle istituzioni pubbliche alla gestione diretta dei servizi in un ambito, quello del rispetto della dignità degli anziani, che rappresenta la misura del livello di civiltà di un paese.

I casi di maltrattamenti agli anziani, documentati da giornali e televisione emergono con sconcertante regolarità nel paese e possono diventare ancora più frequenti nelle cosiddette “Case Famiglia”, strutture private, con finalità di profitto, che stanno sorgendo come funghi, approfittando di una pressoché totale assenza di regolamentazione. Quanto è successo a Correggio mostra un ulteriore aggravarsi della situazione: la Casa Anziani di Correggio è la prima struttura pubblica accredidata in cui sono avvenuti gravi maltrattamenti nei confronti degli ospiti.

L’accreditamento, il sistema in essere  nella nostra Regione, che dovrebbe garantire la qualità del servizio, se non viene supportato sufficientemente da controlli mirati, con caratteristiche di continuità e di estemporaneità, non fornisce la garanzia di mantenimento, nel tempo, dei livelli di assistenza richiesti. Restiamo in attesa che la giustizia faccia il suo corso e che i responsabili rispondano dei loro atti di fronte alla legge.

I sindacati dei pensionati, Spi-Cgil, Fnp- Cisl E Uilp-Uil di Reggio Emilia concordano con la richiesta presentata alla Regione dai sindacati regionali dei pensionati per l’apertura immediata di un tavolo per affrontare questi temi; esprimono la loro solidarietà alle vittime dei maltrattamenti e ai loro famigliari, si considerano parte lesa e chiederanno di costituirsi parte civile al processo.

 

Per  SPI-CGIL

Marzia Dall‘Aglio

Per FNP-CISL

Adelmo Lasagni

Per UILP-UIL

Ferdinando Guidetti

I sindacati dei pensionati: “Correggio, un segnale d’allarme che rischia di degenerare”. La vicinanza alla vittime e ai loro famigliari2018-03-30T15:42:44+00:00

I pensionati della Cisl ricordano Giorgio Lotti: “Riscoprì nei viaggi il valore del tempo”

 

La Fnp Cisl Emilia Centrale ricorda Giorgio Lotti, sindacalista e persona dal cuore grande. Rimasto vedovo, viveva alla Canalina e da qualche tempo, con l’avanzare dell’età, si era ritirato in casa amorevolmente accudito da una famiglia composta da persone che, semplicisticamente, sono chiamati “extracomunitari”, “ma che noi del sindacato preferiamo semplicemente chiamare, appunto, famiglia”.

Giorgio Lotti si è spento, a 91 anni, al termine d’una vita spesa nel lavoro e nell’impegno sindacale.  Resta il ricordo della sua simpatia e della  giovialità che stavano alla base dei suoi rapporti  con il mondo dei pensionati. Dopo la vita lavorativa presso una nota ditta reggiana produttrice di impianti per l’enologia, da pensionato, era entrato nel sindacato della Fnp Cisl dove ricoprì l’incarico di membro della segreteria territoriale negli anni Ottanta e Novanta. Collaborava con il segretario dell’epoca, Idilio Bonacini, nella sede di Via Campo Marzio in centro storico. Coincidenze, queste, che ci rimandano ai tempi in cui nascevano, in casa Fnp, le preziosissime e attuali leghe comunali dei pensionati.

Giorgio era persona molto attiva e generosa, che si impegnò nell’organizzazione del tempo libero degli iscritti Cisl. Per questo molti ricorderanno le sue numerose e riuscite iniziative nello specifico settore – patrocinate da Etsi – con i soggiorni all’isola di Vulcano, in Calabria, oltre a partecipate settimane bianche. Viaggi, che consentivano a tanti amici di ritrovarsi e di trascorrere momenti di sana allegria e di buona amicizia, nell’ambito di una strategia che stava muovendo i suoi primi passi.

“Lo ricorderemo – spiegano dalla segreteria Fnp Cisl Emilia Centrale – con simpatia, ringraziandolo per l’impegno profuso a favore di tanti. Al figlio e ai familiari le nostre vivissime condoglianze”. I suoi funerali si sono svolti martedì scorso alla Chiesa di San Pellegrino.

I pensionati della Cisl ricordano Giorgio Lotti: “Riscoprì nei viaggi il valore del tempo”2018-03-02T15:17:40+00:00

Lasagni, Fnp: «Nostre priorità sono prosecuzione confronto con il governo, riforma fiscale, lotta all’evasione fiscale»

«I pensionati sono alleati dei giovani per dare loro lavoro. Dobbiamo essere più solidali e cercare il confronto continuo con le istituzioni. Riforma fiscale, lotta seria all’evasione fiscale e legge sulla non autosufficienza: sono queste le nostre priorità». Lo dichiara Adelmo Lasagni, segretario generale del sindacato pensionati Fnp Cisl Emilia Centrale. (altro…)

Lasagni, Fnp: «Nostre priorità sono prosecuzione confronto con il governo, riforma fiscale, lotta all’evasione fiscale»2017-12-01T10:02:40+00:00

Bucci (Fnp Cisl): “La violenza contro le donne è un fenomeno anche montanaro”

 

Castelnovo ne’ Monti. Un nuovo progetto per la realizzazione di un laboratorio che, dopo aver coinvolto i giovani e gli studenti, porti anche gli adulti a riflettere e confrontarsi sui temi della violenza di genere. L’obiettivo è avviare un percorso che prosegua nel coinvolgimento del maggior numero possibile di soggetti. Il laboratorio sarà realizzato in collaborazione con Per Te e Kg 5 di Sale, e si svilupperà in una serie di incontri aperti, così da raccogliere sollecitazioni utili che potranno essere restituite anche attraverso una performance teatrale. Il primo incontro per presentare il progetto, che poi si svilupperà nei prossimi mesi, sarà il 16 dicembre, alle ore 16, al Teatro Bismantova. E’ quanto è scaturito dalla conferenza “A che punto siamo? La violenza contro le donne nella nostra comunità”, svoltasi alle Scuderie del Palazzo Ducale di Castelnovo ne’ Monti, in occasione della giornata internazionale contro la violenza sulle donne. Promosso dall’associazione Per te (donne insieme contro la violenza), dall’Amministrazione comunale castelnovese e dal sindacato dei pensionati Fnp Cisl Emilia Centrale e Cigl, tra i presenti c’erano anche molti giovani degli istituti superiori del paese che hanno presentato un’indagine sulla percezione della violenza di genere tra le nuove generazioni, e la compagnia teatrale Chili 5 di sale di Correggio di Fabiana Bruschi, che hanno  spiegato il loro progetto di sensibilizzazione sul territorio, e che li vedrà impegnati già dal prossimo 16 dicembre presso il Teatro Bismantova.

 

“Da questo incontro riportiamo un bilancio estremamente positivo e l’attuazione del laboratorio lo dimostra – commenta l’assessore alle Pari opportunità di Castelnovo ne’ Monti, Sabrina Fiori, – .E’ emerso il quadro di un territorio attento, che propone diverse iniziative grazie alla stretta collaborazione tra le associazioni sul territorio, e in particolare di Per Te, Chili 5 di Sale, l’Assessorato e la Commissione comunale per le Pari opportunità”.

“Un incontro pieno di donne e di uomini – sottolinea Claudio Bucci di Fnp Cisl Emilia Centrale –  Un fatto di rilievo, che conferma quanto la nostra comunità sia sensibile a questa problematica. Non dobbiamo voltare la faccia, ma combattere questo subdolo comportamento che viola i diritti umani. Anche in montagna, purtroppo, le donne subiscono abusi da parte dei loro compagni, che spesso rimangono tali. Dobbiamo cercare di essere uniti come comunità anche  per dimostrare che non sono lasciate sole e che la scelta  giusta è sempre quella di denunciare”.

 

Bucci (Fnp Cisl): “La violenza contro le donne è un fenomeno anche montanaro”2017-11-30T11:05:12+00:00

Truffe, raggiri e contraffazioni: una conferenza per non cadere nella trappola dei contratti. Promossa da Fnp-Cisl Emilia Centrale, Anteas e Adiconsum si terrà venerdì 13 ottobre, alle ore 16, in via Pasolini 3 a Scandiano

Oggi, nel libero mercato, sempre più spesso i contratti commerciali e le pubblicità nascondono stratagemmi e sotterfugi per ingannare i consumatori.

Per formare consumatori consapevoli, spiegare il diritto di recesso e il cambio d’utenza dei contratti, Adiconsum, Anteas e Fnp Emilia Centrale hanno organizzato, con il patrocinio del comune di Scandiano, una conferenza dal titolo “Contratti commerciali, garanzie, pubblicità ingannevole, truffe, raggiri e contraffazione”.

I relatori dell’incontro, che si terrà venerdì 13 ottobre alle ore 16, presso il Circolo Parco Morgone in via Pasolini 3 a Scandiamo, saranno Massimo Rancati e Patrizia Barletta dell’associazione Adiconsum.

 

Truffe, raggiri e contraffazioni: una conferenza per non cadere nella trappola dei contratti. Promossa da Fnp-Cisl Emilia Centrale, Anteas e Adiconsum si terrà venerdì 13 ottobre, alle ore 16, in via Pasolini 3 a Scandiano2017-10-10T07:24:03+00:00

Il nuovo lavoro occasionale, chi lo può fare?

Un pomeriggio dedicato all’approfondimento sulle novità del lavoro occasionale. Venerdì 22 settembre alla ore 16.00, presso il circolo Parco Morgone, in via Pasolini 3 a Scandiano Anteas e Fnp Cisl Emilia Centrale, con il patrocinio del Comune di Scandiano, promuovono un incontro per fornire delucidazione sulle prestazioni di lavoro occasionale e sul nuovo regolamento approvato dopo l’abolizione dei voucher. Chi potrà richiedere la prestazione; chi potrà utilizzarla; come si attiveranno le procedure sulla piattaforma Inps e come avverranno i pagamenti sono alcune delle domande alle quali si risponderà a Michele del Fabbro (Cisl Emilia Centrale).

Il nuovo lavoro occasionale, chi lo può fare?2017-10-02T09:23:16+00:00

Tutela anziani: domani a Modena incontro sindacati pensionati su contrattazione sociale territoriale

Luigi Belluzzi, segretario aggiunto Fnp Cisl Emilia Centrale

Si parla di contrattazione sociale territoriale per la tutela delle persone anziane nell’incontro che i sindacati dei pensionati Spi Cgil, Fnp Cisl e Uilp Uil tengono domani – giovedì 21 settembre – a Modena. L’iniziativa si svolge al palazzo Europa (sala Gorrieri) dalle 9.30 alle 13. Presiede Fernanda Malavolti (segretaria Uilp Uil), la relazione introduttiva è di Sauro Serri (segreteria Spi Cgil), mentre le conclusioni sono affidate a Luigi Belluzzi (segretario aggiunto Fnp Cisl Emilia Centrale). (altro…)

Tutela anziani: domani a Modena incontro sindacati pensionati su contrattazione sociale territoriale2017-10-02T09:24:10+00:00