Anna Rita, una giovane mamma nella segreteria Fim Cisl Emilia Centrale

La Fim Cisl ha un nuovo componente di segreteria ed è una giovane mamma. Anna Rita Izzo, 39 anni di Reggio Emilia, è stata votata oggi dal consiglio generale Fim Cisl Emilia centrale, riunito al Museo Cervi di Gattico al cospetto anche di Giovanni Caruso, segretario regionale della categoria e di Rosamaria Papaleo, segretaria Cisl Emilia Centrale. (altro…)

Anna Rita, una giovane mamma nella segreteria Fim Cisl Emilia Centrale2020-07-30T11:49:39+00:00

Fim Cisl: “Sinergia Elettric80 – Gofar e Comune di Carpineti: 100 posti di lavoro. Così lavora l’Appennino”

“Un ottimo esempio di collaborazione tra pubblico, inteso come Comune di Carpineti, e privato in ambito industriale e la dimostrazione che, con impegno e progetti concreti, si possa creare lavoro in montagna”. Con queste parole Giorgio Uriti, segretario generale Fim Cisl Emilia Centrale, commenta l’acquisto, da parte delle aziende Elettric80 e GorFar, dello stabilimento ceramico a San Prospero di Carpineti, risalente agli anni Sessanta e chiuso da tempo, per allocarvi buona parte delle attività di carpenteria delle due note aziende reggiane. Un investimento di 10 milioni di euro che garantirà circa 100 posti di lavoro, di cui, in futuro, una cinquantina creati ex novo. “Per altro si tratta di aziende che, storicamente, assumono giovani, formati nelle scuole del comprensorio e ne crea figure professionali di eccellenza”.

“Come sindacato – continua il sindacalista dei metalmeccanici della Cisl – accogliamo con interesse la notizia. Chi desidera lavorare in Appennino deve poterlo fare. Per questo, è certamente necessario creare le giuste infrastrutture e mantenere i servizi, ma è basilare il lavoro. A Carpineti, in questo caso, la presenza di così tanti addetti sarà elemento di stimolo per tutta la cittadinanza e rimetterà in movimento, ci auspichiamo, anche l’edilizia residenziale locale”.

Dei 100 posti di lavoro la metà saranno il risultato di accorpamenti, mentre gli altri 50 saranno creati ex novo e riguarderanno i giovani formati nelle scuole d’Appennino.  “Auspichiamo – conclude il segretario – che vengano adottate le migliori agevolazioni per i dipendenti che verranno a lavorare in Appennino. Saremo lieti di confrontarci, con azienda e Comune, a sostegno di questa iniziativa. Vorremmo che questa di Elettric80 e GoFar sia solo la prima di altre opere per creare lavoro in montagna”.

Fim Cisl: “Sinergia Elettric80 – Gofar e Comune di Carpineti: 100 posti di lavoro. Così lavora l’Appennino”2019-03-29T07:45:55+00:00

L’ innovazione … di Giorgio Uriti, nuovo segretario dei metalmeccanici della Fim

I 5.000 metalmeccanici reggiano-modenesi iscritti alla Fim Cisl hanno un nuovo segretario generale che guarda… all’innovazione. E’ il Giorgio Uriti, 45 anni, sposato, padre di due figli, residente ad Arceto. La nomina è stata decretata da un partecipato consiglio generale riunitosi a Palazzo Europa (Modena), alla presenza di Gianfranco Gasbarro, della segreteria nazionale Fim Cisl nazionale, Giovanni Caruso, segretario generale della Fim Cisl Emilia Romagna, William Ballotta, segretario generale della Cisl Emilia Centrale e a Margherita Salvioli Mariani, segretaria generale aggiunta della Cisl Emilia Centrale, Andrea Sirianni, Michele Del Fabbro e Domenico Chiatto della stessa segreteria.

“Il primo obiettivo del mio mandato – spiega Giorgio Uriti – è quello di rimettere al centro la persona, sia come iscritta al sindacato che come lavoratore, in un tempo storico che tende invece a dare priorità assoluta al profitto. In questi giorni stiamo lottando, anche attraverso uno sciopero generale, per portare a casa il contratto nazionale. Ribadiamo le parole del nostro segretario nazionale Marco Bentivogli: ‘è il contratto nazionale più difficile della storia’. Ma rilevo un elemento di estrema positività: l’unitarietà ritrovata dopo più di 8 anni, con la Fiom e la Uilm. Vi è poi la necessità di continuare a dare risposta ai lavoratori coinvolti nelle troppe crisi aziendali”.

“Per il futuro – prosegue il neoeletto segretario – c’è da lavorare molto per ridare priorità alle politiche attive del lavoro e a quelle industriali, affinché puntino su innovazione e ricerca senza dimenticare l’equità e la giustizia sociale. Proprio in quest’ottica daremo priorità alla preoccupazione per il futuro dei giovani, per un ‘lavoro buono’”.

Uno sguardo al suo sindacato: “Tra le Fim regionali, operiamo nel territorio più grande della nostra regione: siamo una federazione che ha saputo reggere il confronto con gli anni peggiori della crisi, anzi oggi sono in crescita notevole le iscrizioni. I lavoratori hanno colto il fatto che le scelte sindacali della Fim sono le più adeguate ai tempi moderni e ci stanno premiando”. In merito all’industria di Modena e Reggio Emilia “c’è la consapevolezza di lavorare in un territorio ricco di idealità passione, coraggio, competenza e conoscenza”.

“Sono sicuro – conclude Uriti – che lavorando assieme agli operatori riusciremo a tutelare sempre meglio coloro che rappresentiamo. Ringrazio di cuore Claudio Mattiello, segretario uscente: lavorando con lui nei mesi precedenti ho trovato un collega competente e appassionato al nostro lavoro, ed è anche grazie a lui che ora prendo in mano una Fim più forte”.

 

 

 

CHI E’ GIORGIO URITI

 

Giorgio Uriti vive la realtà sindacale sin dalla prima esperienza nel mondo del lavoro. Eletto rappresentante della sicurezza dei lavoratori ed Rsu prima alla Stilfreni e poi alla Maletti, dal 2001 intraprende il suo primo impegno sindacale a tempo pieno, come operatore, quindi nella segreteria della Fim di Reggio Emilia, di cui diventa segretario generale nel 2012. Dal 2014, con la nascita della Fim Cisl Emilia Centrale, che ha riunito i due territori di Reggio Emilia e di Modena, è eletto nella nuova segreteria sino alla nomina, il 27 aprile 2016, di segretario generale.

L’ innovazione … di Giorgio Uriti, nuovo segretario dei metalmeccanici della Fim2016-04-27T15:43:01+00:00

Metalmeccanici: mercoledì 20 aprile sciopero nazionale e presidio davanti a Confindustria Modena

sciopero nazionale dei metalmeccanici: da sin. Alberto Zanetti, Cesare Pizzolla e Claudio Mattiello

Da sin. Zanetti (Uilm), Pizzolla (Fiom) e Mattiello (Fim)

Interessa anche 20 mila metalmeccanici modenesi lo sciopero nazionale di quattro ore proclamato per dopodomani – mercoledì 20 aprile – unitariamente da Fim Cisl, Fiom Cgil e Uilm Uil per chiedere il rinnovo del contratto nazionale Federmeccanica (altro…)

Metalmeccanici: mercoledì 20 aprile sciopero nazionale e presidio davanti a Confindustria Modena2016-04-18T15:11:32+00:00

I metalmeccanici Fim a Bologna per il rinnovo del contratto

Un intero pullman di delegati metalmeccanici della Fim Cisl Emilia Centrale di Reggio Emilia, altrettanti da Modena. Saranno davvero molti, per la prima volta, i rappresentanti sindacali cislini delle aziende metalmeccaniche reggiane e modenesi a muoversi compatti su Bologna. E’ previsto lunedì 4 aprile, infatti, nella città felsinea l’attivo degli oltre 1.500 i delegati di Fim, Fiom e Uilm dell’Emilia-Romagna. Un incontro unitario, dopo circa otto anni di divisioni, in vista di un obiettivo centrale: il rinnovo del contratto nazionale con Federmeccanica-Assital, che riguarda oltre 1 milione e 600mila lavoratori del settore in Italia, 200mila in regione e circa 35.000 a Reggio Emilia. Sullo sfondo anche lo sciopero nazionale di quattro ore del 20 aprile proprio sulla vertenza del rinnovo del contratto dei metalmeccanici.

Giorgio Uriti è il segretario generale aggiunto della Fim Cisl Emilia Centrale

Giorgio Uriti è il segretario generale aggiunto della Fim Cisl Emilia Centrale

Giorgio Uriti, segretario generale aggiunto Fim Cisl Emilia Centrale commenta: «E’ un momento storico importante dove c’è bisogno dell’unitarietà dei lavoratori per un traguardo importantissimo. Certo, Federmeccanica vuole inasprire i rapporti e le relazioni industriali, ma a Roma nelle commissioni siamo al lavoro per migliorare l’architettura stessa del contratto che non ci convince. Salari, orari, smartworking, conciliazione tempi di vita e di lavoro, welfare contrattuale, formazione, sanità integrativa, appalti, Jobs act, e reperibilità sono alcuni dei temi sui quali è aperta la discussione e sui quali ci confronteremo con i delegati e i segretari nazionali».

I metalmeccanici Fim a Bologna per il rinnovo del contratto2016-04-01T12:38:16+00:00