• da sin. DOMENICO CHIATTO-ROSAMARIA PAPALEO-ANDREA SIRIANNI-2-2

    Benvenuti alla Cisl Emilia Centrale

    La segreteria della Cisl Emilia Centrale vi da il benvenuto nel nuovo sito ufficiale.

  • Il momento per una Sanità migliore. Immagini dal meeting Cisl sulla Sanità presso Unimore a Reggio Emilia
    News

    Il momento per una Sanità migliore. Immagini dal meeting Cisl sulla Sanità presso Unimore a Reggio Emilia

    Una giornata eccezionale presso l’Aula Magna dell’Università di Modena e Reggio, in centro città a Reggio Emilia. Qui le foto

Finestra sui Social Network

Comments Box SVG iconsUsed for the like, share, comment, and reaction icons
48 minutes ago
Cisl Emilia Centrale

📣 Anche a Modena e Reggio Emilia si continua a morire troppo sul lavoro.
ver
🟢 La Cisl ritiene che occorra

❎ Rafforzare le normative con la concertazione.
❎ Garantire la loro applicazione con la “BUONA” contrattazione

Ecco i dieci punti della piattaforma della Cisl alla base della Mobilitazione Nazionale su salute e sicurezza in tutti i luoghi di lavoro. Condividi

#sicurezzasullavoro #sicurezza #Cisl
... See MoreSee Less

📣 Anche a Modena e Reggio Emilia si continua a morire troppo sul lavoro. 
ver
🟢 La Cisl ritiene che occorra

❎ Rafforzare le normative con la concertazione. 
❎ Garantire la loro applicazione con la “BUONA” contrattazione

Ecco i dieci punti della piattaforma della Cisl alla base della Mobilitazione Nazionale su salute e sicurezza in tutti i luoghi di lavoro. Condividi

#sicurezzasullavoro #sicurezza #CislImage attachment

📌
ACER: ALTA ADESIONE A SCIOPERO
PER RINNOVO CONTRATTO NAZIONALE

📢Hanno scioperato ieri anche a Modena e Reggio i lavoratori di Acer (Agenzia casa Emilia-Romagna) e delle società patrimoniali di alcuni Comuni.

✅La protesta è stata indetta dai sindacati per chiedere il rinnovo del contratto nazionale Federcasa, scaduto da tre anni per la parte economica e da sei anni per la parte normativa.

✅«Parliamo di lavoratori che ogni giorno, con grande professionalità, seguono bandi e graduatorie, rispondono e trovano soluzioni ai problemi di chi ha già un alloggio pubblico o è in attesa – spiegano Cisl Funzione pubblica Emilia Centrale, Fp Cgil di Modena e Reggio – Sono persone che continuano a combattere contro difficoltà burocratiche e scarsità di risorse, in un momento storico in cui è alto il bisogno di case popolari.

✅Spiace constatare che, anziché puntare sulla valorizzazione di queste competenze, Federcasa giochi addirittura al ribasso, con una proposta che per un livello medio non arriverebbe nemmeno a 100 euro lordi al mese di aumento.

✅Siamo impegnati al massimo per restituire al personale Acer la dignità che merita e affermare che il futuro dei grandi servizi pubblici – concludono i sindacati - non può dipendere da scelte sempre e solo dettate da visioni miopi e risparmi a spese dei lavoratori».

Qui la notizia completa www.cislemiliacentrale.it/news/acer-alta-adesione-a-sciopero-rinnovo-contratto-nazionale/

Cisl Emilia Romagna CISL Confederazione Italiana Sindacati Lavoratori Cisl Fp Emilia Centrale - Reggio Emilia e Modena CISL FP Nazionale Cisl FP Emilia Romagna
... See MoreSee Less

📌
ACER: ALTA ADESIONE A SCIOPERO 
PER RINNOVO CONTRATTO NAZIONALE

📢Hanno scioperato ieri anche a Modena e Reggio i lavoratori di Acer (Agenzia casa Emilia-Romagna) e delle società patrimoniali di alcuni Comuni. 

✅La protesta è stata indetta dai sindacati per chiedere il rinnovo del contratto nazionale Federcasa, scaduto da tre anni per la parte economica e da sei anni per la parte normativa.

✅«Parliamo di lavoratori che ogni giorno, con grande professionalità, seguono bandi e graduatorie, rispondono e trovano soluzioni ai problemi di chi ha già un alloggio pubblico o è in attesa – spiegano Cisl Funzione pubblica Emilia Centrale, Fp Cgil di Modena e Reggio – Sono persone che continuano a combattere contro difficoltà burocratiche e scarsità di risorse, in un momento storico in cui è alto il bisogno di case popolari.

✅Spiace constatare che, anziché puntare sulla valorizzazione di queste competenze, Federcasa giochi addirittura al ribasso, con una proposta che per un livello medio non arriverebbe nemmeno a 100 euro lordi al mese di aumento. 

✅Siamo impegnati al massimo per restituire al personale Acer la dignità che merita e affermare che il futuro dei grandi servizi pubblici – concludono i sindacati - non può dipendere da scelte sempre e solo dettate da visioni miopi e risparmi a spese dei lavoratori».

Qui la notizia completa https://www.cislemiliacentrale.it/news/acer-alta-adesione-a-sciopero-rinnovo-contratto-nazionale/

Cisl Emilia Romagna CISL Confederazione Italiana Sindacati Lavoratori Cisl Fp Emilia Centrale - Reggio Emilia e Modena CISL FP Nazionale Cisl FP Emilia RomagnaImage attachmentImage attachment+3Image attachment
10 hours ago
Cisl Emilia Centrale

📌
ITES BAROZZI MODENA:
SABATO 24 FEBBRAIO PRESIDIO AL PARCO NOVI SAD

✅Siamo rappresentanti dei docenti, collaboratori scolastici, tecnici, amministrativi, ma anche degli studenti e dei genitori.
Siamo donne e uomini, ragazze e ragazzi che vivono la scuola tutti i giorni.

✅Ciò che sta avvenendo all’Ites Barozzi di Modena mette tutti i lavoratori della scuola, di tutte le scuole, davanti a un bivio: assumersi la responsabilità di difendere la scuola democratica nella quale crescono i cittadini di domani e nella quale ognuno riveste un ruolo fondamentale; o correre il rischio che invece si trasformi in un luogo in cui i processi decisionali diventino prerogativa di pochi.

✅Riteniamo inaccettabile un sistema nel quale il parere di un consiglio di classe diventa carta straccia, i collegi dei docenti diventano momenti burocratici di mera ratifica e senza discussione, la corsa ai progetti e finanziamenti diventa quasi più importante dell’azione didattica.

✅Di questa pericolosa torsione, i fatti del Barozzi rischiano di essere un triste paradigma e ci associamo alle decine e decine di appelli che hanno richiesto il ritiro del provvedimento di sospensione contro un rappresentante degli studenti nel consiglio di istituto.

✅Vogliamo dichiarare pubblicamente il nostro amore e il nostro impegno per una scuola che sia chiave di accesso alla cittadinanza, luogo di vita e lavoro sereno, ribadire che la Costituzione si realizza a partire dalla scuola.

📢Per questo invitiamo coloro che condividono questo appello (promosso anche dalla Cisl Emilia Centrale) a ritrovarci tutte e tutti insieme al presidio libero, pacifico e democratico che si terrà sabato 24 febbraio alle 15:30 al parco Novi Sad di Modena, nell’area antistante l’Ites Barozzi (accesso da viale Monte Kosica).

Qui la storia completa www.cislemiliacentrale.it/news/ites-barozzi-sabato-24-febbraio-presidio-al-parco-novi-sad/

Cisl Emilia Romagna CISL Confederazione Italiana Sindacati Lavoratori Cisl Scuola Emilia Romagna CISL Scuola Cisl Scuola Emiliacentrale
... See MoreSee Less

📌
ITES BAROZZI MODENA: 
SABATO 24 FEBBRAIO PRESIDIO AL PARCO NOVI SAD

✅Siamo rappresentanti dei docenti, collaboratori scolastici, tecnici, amministrativi, ma anche degli studenti e dei genitori. 
Siamo donne e uomini, ragazze e ragazzi che vivono la scuola tutti i giorni. 

✅Ciò che sta avvenendo all’Ites Barozzi di Modena mette tutti i lavoratori della scuola, di tutte le scuole, davanti a un bivio: assumersi la responsabilità di difendere la scuola democratica nella quale crescono i cittadini di domani e nella quale ognuno riveste un ruolo fondamentale; o correre il rischio che invece si trasformi in un luogo in cui i processi decisionali diventino prerogativa di pochi.

✅Riteniamo inaccettabile un sistema nel quale il parere di un consiglio di classe diventa carta straccia, i collegi dei docenti diventano momenti burocratici di mera ratifica e senza discussione, la corsa ai progetti e finanziamenti diventa quasi più importante dell’azione didattica.

✅Di questa pericolosa torsione, i fatti del Barozzi rischiano di essere un triste paradigma e ci associamo alle decine e decine di appelli che hanno richiesto il ritiro del provvedimento di sospensione contro un rappresentante degli studenti nel consiglio di istituto.

✅Vogliamo dichiarare pubblicamente il nostro amore e il nostro impegno per una scuola che sia chiave di accesso alla cittadinanza, luogo di vita e lavoro sereno, ribadire che la Costituzione si realizza a partire dalla scuola.

📢Per questo invitiamo coloro che condividono questo appello (promosso anche dalla Cisl Emilia Centrale) a ritrovarci tutte e tutti insieme al presidio libero, pacifico e democratico che si terrà sabato 24 febbraio alle 15:30 al parco Novi Sad di Modena, nell’area antistante l’Ites Barozzi (accesso da viale Monte Kosica).

Qui la storia completa https://www.cislemiliacentrale.it/news/ites-barozzi-sabato-24-febbraio-presidio-al-parco-novi-sad/

Cisl Emilia Romagna CISL Confederazione Italiana Sindacati Lavoratori Cisl Scuola Emilia Romagna CISL Scuola Cisl Scuola Emiliacentrale

𝐂𝐈𝐒𝐋: “𝐁𝐀𝐒𝐓𝐀 𝐏𝐑𝐄𝐒𝐄 𝐈𝐍 𝐆𝐈𝐑𝐎!"
𝐒𝐎𝐋𝐎 𝟔𝟏 𝐈𝐒𝐏𝐄𝐓𝐓𝐎𝐑𝐈 𝐗 𝟏𝟐𝟔.𝟎𝟎𝟎 𝐈𝐌𝐏𝐑𝐄𝐒𝐄,
𝐍𝐄𝐋 '𝟐𝟑 𝐏𝐈𝐔' 𝐌𝐎𝐑𝐓𝐈 𝐀 𝐌𝐎𝐃𝐄𝐍𝐀 𝐄 𝐑𝐄𝐆𝐆𝐈𝐎

🔘 A Reggio 31 ispettori per 55.000 imprese.
🔘 A Modena sono 30 per oltre 70.000 aziende.
Nel 2023:
⚠️🆘 22 morti nelle due province
⚠️🆘 63 infortuni al giorno
😡 Inail ha un tesoretto di 2 miliardi di euro
non utilizzato per la prevenzione

“𝐷𝑜𝑙𝑜𝑟𝑒, 𝑚𝑜𝑟𝑡𝑒, 𝑑𝑖𝑠𝑎𝑠𝑡𝑟𝑜. 𝐿𝑎 𝑡𝑟𝑎𝑔𝑒𝑑𝑖𝑎 𝑑𝑖 #𝐹𝑖𝑟𝑒𝑛𝑧𝑒 𝑟𝑖𝑝𝑟𝑜𝑝𝑜𝑛𝑒 𝑞𝑢𝑒𝑠𝑡𝑒 𝑡𝑟𝑒 𝑝𝑎𝑟𝑜𝑙𝑒 𝑐𝑜𝑚𝑒 𝑢𝑛 𝒎𝒂𝒓𝒄𝒉𝒊𝒐 𝒂 𝒇𝒖𝒐𝒄𝒐 𝒔𝒖𝒍 𝑷𝒂𝒆𝒔𝒆 𝒄𝒉𝒆 𝒑𝒂𝒓𝒍𝒂, 𝒑𝒂𝒓𝒍𝒂 𝒆 𝒑𝒂𝒓𝒍𝒂 𝒎𝒂 𝒑𝒐𝒊 𝒄𝒐𝒎𝒃𝒊𝒏𝒂 𝒑𝒐𝒄𝒐 𝒐 𝒏𝒖𝒍𝒍𝒂. 𝑄𝑢𝑒𝑠𝑡𝑎 𝑒̀ 𝑙𝑎 𝑣𝑒𝑟𝑖𝑡𝑎̀. 𝑄𝑢𝑎𝑛𝑑𝑜 𝑐ℎ𝑖𝑒𝑑𝑒 𝑢𝑛 𝑔𝑟𝑎𝑛𝑑𝑒 𝑃𝑖𝑎𝑛𝑜 𝑛𝑎𝑧𝑖𝑜𝑛𝑎𝑙𝑒, 𝑐𝑜𝑛 𝑠𝑜𝑙𝑑𝑖 𝑒 𝑝𝑒𝑟𝑠𝑜𝑛𝑎𝑙𝑒 𝑝𝑒𝑟 𝑖 𝑐𝑜𝑛𝑡𝑟𝑜𝑙𝑙𝑖, 𝒉𝒂 𝒓𝒂𝒈𝒊𝒐𝒏𝒆 𝒅𝒂 𝒗𝒆𝒏𝒅𝒆𝒓𝒆 𝑳𝒖𝒊𝒈𝒊 𝑺𝒃𝒂𝒓𝒓𝒂. 𝐸 𝑛𝑜𝑛 𝑝𝑒𝑟𝑐ℎ𝑒́ 𝑒̀ 𝑖𝑙 𝑛𝑜𝑠𝑡𝑟𝑜 𝑠𝑒𝑔𝑟𝑒𝑡𝑎𝑟𝑖𝑜 𝑛𝑎𝑧𝑖𝑜𝑛𝑎𝑙𝑒: 𝑖𝑛𝑠𝑖𝑒𝑚𝑒 𝑎 𝑛𝑜𝑖 𝑐ℎ𝑒 𝑠𝑖𝑎𝑚𝑜 𝑠𝑢𝑖 𝑡𝑒𝑟𝑟𝑖𝑡𝑜𝑟𝑖, 𝑑𝑒𝑛𝑢𝑛𝑐𝑖𝑎 𝑙𝑎 𝑓𝑜𝑙𝑙𝑖𝑎 𝑑𝑖 𝑢𝑛 𝑃𝑎𝑒𝑠𝑒 𝑐ℎ𝑒 𝑑𝑖𝑐𝑒 𝑑𝑖 𝑣𝑜𝑙𝑒𝑟 𝑝𝑖𝑢̀ 𝑐𝑜𝑛𝑡𝑟𝑜𝑙𝑙𝑖 𝑝𝑒𝑟 𝑝𝑟𝑒𝑣𝑒𝑛𝑖𝑟𝑒 𝑙𝑒 𝑚𝑜𝑟𝑡𝑖 𝑠𝑢𝑙 𝑙𝑎𝑣𝑜𝑟𝑜 𝑒 𝑝𝑜𝑖 𝑠𝑐ℎ𝑖𝑒𝑟𝑎 3️⃣1️⃣ 𝑖𝑠𝑝𝑒𝑡𝑡𝑜𝑟𝑖 𝑎 𝑅𝑒𝑔𝑔𝑖𝑜 𝑒 3️⃣0️⃣ 𝑎 𝑀𝑜𝑑𝑒𝑛𝑎, 𝑝𝑒𝑟 𝑢𝑛 𝑡𝑜𝑡𝑎𝑙𝑒 𝑑𝑖 1️⃣2️⃣6️⃣0️⃣0️⃣0️⃣ 𝑖𝑚𝑝𝑟𝑒𝑠𝑒.
🤬 𝑪𝒉𝒊𝒂𝒎𝒊𝒂𝒎𝒐𝒍𝒂 𝒄𝒐𝒍 𝒔𝒖𝒐 𝒏𝒐𝒎𝒆: 𝒆̀ 𝒖𝒏𝒂 𝒑𝒓𝒆𝒔𝒂 𝒊𝒏 𝒈𝒊𝒓𝒐”.

Così la segretaria di Cisl Emilia Centrale, Rosamaria Papaleo, interviene, in modo netto, dopo il disastro nel cantiere Esselunga di Firenze. E lo fa leggendo i dati definitivi del 2023 sulle morti bianche e sugli infortuni a #Modena e #ReggioEmilia.

𝐈 𝐍𝐔𝐌𝐄𝐑𝐈 𝐅𝐈𝐍𝐀𝐋𝐈 𝐃𝐈 𝐔𝐍 𝟐𝟎𝟐𝟑 𝐏𝐄𝐒𝐒𝐈𝐌𝐎
Gli ultimi dati commentati si fermavano a settembre.
Ora tutti possono vedere il consuntivo negli open data Inail.
➡️ Modena registra 15 morti sul lavoro
(7 dei quali nel settore delle costruzioni), uno in più del 2022.

➡️ A Reggio gli incidenti mortali sul lavoro sono aumentati del 133%,
passando da tre a sette.

⚖️ Certo, calano leggermente gli infortuni, ma stiamo sempre parlando di 23.107 casi, vale a dire 𝟔𝟑 𝐢𝐧𝐟𝐨𝐫𝐭𝐮𝐧𝐢 𝐚𝐥 𝐠𝐢𝐨𝐫𝐧𝐨: 𝟒𝟎 𝐚 𝐌𝐨𝐝𝐞𝐧𝐚 𝐞 𝟐𝟑 𝐚 𝐑𝐞𝐠𝐠𝐢𝐨.
“Ci chiediamo e lo chiediamo alle persone che lavorano, alle imprese e alle Istituzioni: questi sono numeri normali o sono la polaroid di una indecenza?”, prosegue il sindacato.

𝐈 𝐓𝐀𝐕𝐎𝐋𝐈 𝐀 𝐌𝐎𝐃𝐄𝐍𝐀 𝐄 𝐑𝐄𝐆𝐆𝐈𝐎, 𝐔𝐍 𝐏𝐀𝐒𝐒𝐎 𝐀𝐕𝐀𝐍𝐓𝐈.
𝐎𝐑𝐀 𝐈𝐍𝐕𝐄𝐒𝐓𝐈𝐌𝐄𝐍𝐓𝐈 𝐒𝐓𝐑𝐔𝐓𝐓𝐔𝐑𝐀𝐋𝐈
𝐏𝐄𝐑 𝐋𝐀 𝐒𝐈𝐂𝐔𝐑𝐄𝐙𝐙𝐀, 𝐂𝐈 𝐒𝐎𝐍𝐎 𝟐 𝐌𝐈𝐋𝐈𝐀𝐑𝐃𝐈
A Modena e Reggio sono stati attivati, questo sì, i tavoli provinciali previsti dal patto regionale “𝑒𝑑 𝑒̀ 𝑢𝑛 𝑝𝑎𝑠𝑠𝑜 𝑎𝑣𝑎𝑛𝑡𝑖, 𝑠𝑜𝑛𝑜 𝑙𝑢𝑜𝑔ℎ𝑖 𝑑𝑜𝑣𝑒 𝑙𝑒 𝐼𝑠𝑡𝑖𝑡𝑢𝑧𝑖𝑜𝑛𝑖, 𝑙𝑒 𝑖𝑚𝑝𝑟𝑒𝑠𝑒 𝑒 𝑖 𝑠𝑖𝑛𝑑𝑎𝑐𝑎𝑡𝑖 𝑝𝑜𝑠𝑠𝑜𝑛𝑜 𝑒 𝑑𝑒𝑣𝑜𝑛𝑜 𝑏𝑎𝑡𝑡𝑒𝑟𝑒 𝑝𝑎𝑟𝑖 𝑚𝑎 𝑎𝑛𝑐𝑜𝑟𝑎 𝑛𝑜𝑛 𝑏𝑎𝑠𝑡𝑎. 𝑹𝒊𝒔𝒄𝒉𝒊𝒂𝒎𝒐 𝒅𝒊 𝒇𝒂𝒓𝒆 𝒐𝒕𝒕𝒊𝒎𝒆 𝒂𝒏𝒂𝒍𝒊𝒔𝒊, 𝒅𝒊 𝒊𝒏𝒒𝒖𝒂𝒅𝒓𝒂𝒓𝒆 𝒂𝒍𝒍𝒂 𝒑𝒆𝒓𝒇𝒆𝒛𝒊𝒐𝒏𝒆 𝒊𝒍 𝒑𝒓𝒐𝒃𝒍𝒆𝒎𝒂 𝒎𝒂 𝒑𝒐𝒊 𝒔𝒊 𝒕𝒐𝒓𝒏𝒂 𝒂𝒍 𝒑𝒖𝒏𝒕𝒐 𝒅𝒊 𝒑𝒂𝒓𝒕𝒆𝒏𝒛𝒂: 𝒔𝒆𝒓𝒗𝒐𝒏𝒐 𝒄𝒐𝒏𝒕𝒓𝒐𝒍𝒍𝒊, 𝒏𝒆 𝒔𝒆𝒓𝒗𝒐𝒏𝒐 𝒕𝒂𝒏𝒕𝒊 𝒆 𝒑𝒆𝒓 𝒇𝒂𝒓𝒍𝒊 𝒐𝒄𝒄𝒐𝒓𝒓𝒆 𝒏𝒐𝒏 𝒔𝒐𝒍𝒐 𝒖𝒏𝒂 𝒔𝒕𝒓𝒂𝒕𝒆𝒈𝒊𝒂 𝒎𝒂 𝒅𝒆𝒍 𝒑𝒆𝒓𝒔𝒐𝒏𝒂𝒍𝒆. Che costa. 𝑰𝒍 𝒏𝒐𝒔𝒕𝒓𝒐 𝒑𝒂𝒓𝒆𝒓𝒆 𝒆̀ 𝒄𝒉𝒆 𝒖𝒏𝒂 𝒗𝒊𝒕𝒂 𝒔𝒂𝒍𝒗𝒂𝒕𝒂 𝒗𝒂𝒍𝒆 𝒑𝒊𝒖̀ 𝒅𝒊 𝒖𝒏 𝒃𝒊𝒍𝒂𝒏𝒄𝒊𝒐, 𝑒𝑝𝑝𝑢𝑟𝑒 𝑞𝑢𝑒𝑠𝑡𝑜 𝑒̀ 𝑢𝑛 𝑃𝑎𝑒𝑠𝑒 – osserva Domenico Chiatto, segretario generale aggiunto con delega alla Sicurezza sul lavoro – 𝑑𝑜𝑣𝑒 𝑔𝑙𝑖 𝐼𝑠𝑝𝑒𝑡𝑡𝑜𝑟𝑖 𝑑𝑒𝑙 𝑙𝑎𝑣𝑜𝑟𝑜 𝑒 𝑖 𝑙𝑜𝑟𝑜 𝑐𝑜𝑙𝑙𝑒𝑔ℎ𝑖 𝑐ℎ𝑒 𝑓𝑎𝑛𝑛𝑜 𝑓𝑢𝑛𝑧𝑖𝑜𝑛𝑎𝑟𝑒 𝑙𝑎 𝑚𝑎𝑐𝑐ℎ𝑖𝑛𝑎 𝑎𝑚𝑚𝑖𝑛𝑖𝑠𝑡𝑟𝑎𝑡𝑖𝑣𝑎 𝑙𝑜 𝑠𝑐𝑜𝑟𝑠𝑜 𝑎𝑢𝑡𝑢𝑛𝑛𝑜 𝑠𝑜𝑛𝑜 𝑠𝑡𝑎𝑡𝑖 𝑐𝑜𝑠𝑡𝑟𝑒𝑡𝑡𝑖 𝑎 𝑠𝑐𝑖𝑜𝑝𝑒𝑟𝑎𝑟𝑒, 𝑝𝑒𝑟 𝑑𝑒𝑛𝑢𝑛𝑐𝑖𝑎𝑟𝑒 𝑙𝑎 𝑠𝑖𝑡𝑢𝑎𝑧𝑖𝑜𝑛𝑒 𝑑𝑖𝑓𝑓𝑖𝑐𝑖𝑙𝑒 𝑖𝑛 𝑐𝑢𝑖 𝑠𝑖 𝑡𝑟𝑜𝑣𝑎𝑛𝑜 𝑎𝑑 𝑜𝑝𝑒𝑟𝑎𝑟𝑒. 𝑈𝑛𝑎 𝑠𝑢 𝑡𝑢𝑡𝑡𝑒: 𝑖𝑛 𝑢𝑛 𝑐𝑜𝑛𝑡𝑒𝑠𝑡𝑜 𝑡𝑒𝑐𝑛𝑜𝑙𝑜𝑔𝑖𝑐𝑜 𝑜𝑏𝑠𝑜𝑙𝑒𝑡𝑜, 𝑑𝑜𝑣𝑒 𝑎𝑐𝑐𝑒𝑑𝑒𝑟𝑒 𝑎𝑑 𝑎𝑙𝑐𝑢𝑛𝑒 𝑏𝑎𝑛𝑐ℎ𝑒 𝑑𝑎𝑡𝑖 𝑒̀ 𝑎𝑛𝑐𝑜𝑟𝑎 𝑝𝑟𝑜𝑖𝑏𝑖𝑡𝑖𝑣𝑜, 𝑒̀ 𝒖𝒓𝒈𝒆𝒏𝒕𝒆 𝒐𝒕𝒕𝒆𝒏𝒆𝒓𝒆 𝒍𝒂 𝒑𝒊𝒆𝒏𝒂 𝒊𝒏𝒄𝒓𝒐𝒄𝒊𝒂𝒃𝒊𝒍𝒊𝒕𝒂̀ 𝒅𝒆𝒊 𝒅𝒂𝒕𝒊 𝒆 𝒅𝒆𝒍𝒍𝒆 𝒊𝒏𝒇𝒐𝒓𝒎𝒂𝒛𝒊𝒐𝒏𝒊”.

👌 𝐂𝐇𝐈𝐀𝐓𝐓𝐎 𝐍𝐎𝐍 𝐒𝐎𝐋𝐎 𝐂𝐇𝐈𝐄𝐃𝐄 𝐈𝐍𝐕𝐄𝐒𝐓𝐈𝐌𝐄𝐍𝐓𝐈 𝐈𝐍 𝐏𝐑𝐄𝐕𝐄𝐍𝐙𝐈𝐎𝐍𝐄 𝐌𝐀 𝐈𝐍𝐃𝐈𝐂𝐀 𝐃𝐎𝐕𝐄 𝐓𝐑𝐎𝐕𝐀𝐑𝐄 𝐈 𝐒𝐎𝐋𝐃𝐈:

💶 sono ben 2 miliardi di euro di cui Inail dispone a livello nazionale.
“Risorse che non possono essere solo utilizzate per ripianare i conti statali. Devono essere invece risorse dedicate a:
✅ più formazione dei Rappresentanti di lavoratori;
✅ più formazione dei lavoratori stessi
✅ investire sull'intelligenza artificiale per le analisi utili a prevenire gli infortuni sul lavoro.

Infine:
❌ manca ancora un indirizzo normativo preciso per
la 𝐥𝐢𝐦𝐢𝐭𝐚𝐳𝐢𝐨𝐧𝐞 𝐝𝐞𝐥 𝐬𝐮𝐛𝐚𝐩𝐩𝐚𝐥𝐭𝐨 𝐬𝐞𝐥𝐯𝐚𝐠𝐠𝐢𝐨 𝐚𝐧𝐜𝐡𝐞 𝐧𝐞𝐢 𝐜𝐚𝐧𝐭𝐢𝐞𝐫𝐢 𝐞𝐝𝐢𝐥𝐢.
E’ questo l’elemento ancora di maggior criticità nel comparto delle costruzioni,
che continua ad essere il settore a maggior tasso infortunistico”

CISL SI MOBILITA
💪 CISL ha preso una posizione forte, rilanciata da tutti i media.
𝐈𝐥 𝐬𝐞𝐠𝐫𝐞𝐭𝐚𝐫𝐢𝐨 𝐒𝐛𝐚𝐫𝐫𝐚 𝐡𝐚 𝐜𝐡𝐢𝐞𝐬𝐭𝐨 𝐮𝐧 𝐏𝐢𝐚𝐧𝐨 𝐍𝐚𝐳𝐢𝐨𝐧𝐚𝐥𝐞 𝐚𝐥 𝐆𝐨𝐯𝐞𝐫𝐧𝐨 𝐝𝐢 Giorgia Meloni,

Un piano composto da:
✅ più controlli, più ispezioni e più ispettori sul territorio.
Occorrono più sanzioni e repressione.
✅ più risorse e interventi concreti;
✅ banche dati incrociate;
✅ rating sociale per le imprese,
con una patente a punti che premi le realtà virtuose;
✅ un grande investimento su prevenzione e formazione;

Per questo 𝐂𝐢𝐬𝐥 𝐡𝐚 𝐝𝐚𝐭𝐨 𝐢𝐥 𝐯𝐢𝐚 𝐚𝐝 𝐮𝐧𝐚 𝐦𝐨𝐛𝐢𝐥𝐢𝐭𝐚𝐳𝐢𝐨𝐧𝐞 𝐧𝐚𝐳𝐢𝐨𝐧𝐚𝐥𝐞 con assemblee nelle fabbriche, nei cantieri, negli uffici e nei luoghi della produzione.
... See MoreSee Less

𝐂𝐈𝐒𝐋: “𝐁𝐀𝐒𝐓𝐀 𝐏𝐑𝐄𝐒𝐄 𝐈𝐍 𝐆𝐈𝐑𝐎!
𝐒𝐎𝐋𝐎 𝟔𝟏 𝐈𝐒𝐏𝐄𝐓𝐓𝐎𝐑𝐈 𝐗 𝟏𝟐𝟔.𝟎𝟎𝟎 𝐈𝐌𝐏𝐑𝐄𝐒𝐄, 
𝐍𝐄𝐋 𝟐𝟑 𝐏𝐈𝐔 𝐌𝐎𝐑𝐓𝐈 𝐀 𝐌𝐎𝐃𝐄𝐍𝐀 𝐄 𝐑𝐄𝐆𝐆𝐈𝐎

🔘 A Reggio 31 ispettori per 55.000 imprese. 
🔘 A Modena sono 30 per oltre 70.000 aziende.
Nel 2023: 
⚠️🆘 22 morti nelle due province 
⚠️🆘 63 infortuni al giorno
😡 Inail ha un tesoretto di 2 miliardi di euro 
non utilizzato per la prevenzione

“𝐷𝑜𝑙𝑜𝑟𝑒, 𝑚𝑜𝑟𝑡𝑒, 𝑑𝑖𝑠𝑎𝑠𝑡𝑟𝑜. 𝐿𝑎 𝑡𝑟𝑎𝑔𝑒𝑑𝑖𝑎 𝑑𝑖 #𝐹𝑖𝑟𝑒𝑛𝑧𝑒 𝑟𝑖𝑝𝑟𝑜𝑝𝑜𝑛𝑒 𝑞𝑢𝑒𝑠𝑡𝑒 𝑡𝑟𝑒 𝑝𝑎𝑟𝑜𝑙𝑒 𝑐𝑜𝑚𝑒 𝑢𝑛 𝒎𝒂𝒓𝒄𝒉𝒊𝒐 𝒂 𝒇𝒖𝒐𝒄𝒐 𝒔𝒖𝒍 𝑷𝒂𝒆𝒔𝒆 𝒄𝒉𝒆 𝒑𝒂𝒓𝒍𝒂, 𝒑𝒂𝒓𝒍𝒂 𝒆 𝒑𝒂𝒓𝒍𝒂 𝒎𝒂 𝒑𝒐𝒊 𝒄𝒐𝒎𝒃𝒊𝒏𝒂 𝒑𝒐𝒄𝒐 𝒐 𝒏𝒖𝒍𝒍𝒂. 𝑄𝑢𝑒𝑠𝑡𝑎 𝑒̀ 𝑙𝑎 𝑣𝑒𝑟𝑖𝑡𝑎̀. 𝑄𝑢𝑎𝑛𝑑𝑜 𝑐ℎ𝑖𝑒𝑑𝑒 𝑢𝑛 𝑔𝑟𝑎𝑛𝑑𝑒 𝑃𝑖𝑎𝑛𝑜 𝑛𝑎𝑧𝑖𝑜𝑛𝑎𝑙𝑒, 𝑐𝑜𝑛 𝑠𝑜𝑙𝑑𝑖 𝑒 𝑝𝑒𝑟𝑠𝑜𝑛𝑎𝑙𝑒 𝑝𝑒𝑟 𝑖 𝑐𝑜𝑛𝑡𝑟𝑜𝑙𝑙𝑖, 𝒉𝒂 𝒓𝒂𝒈𝒊𝒐𝒏𝒆 𝒅𝒂 𝒗𝒆𝒏𝒅𝒆𝒓𝒆 𝑳𝒖𝒊𝒈𝒊 𝑺𝒃𝒂𝒓𝒓𝒂.  𝐸 𝑛𝑜𝑛 𝑝𝑒𝑟𝑐ℎ𝑒́ 𝑒̀ 𝑖𝑙 𝑛𝑜𝑠𝑡𝑟𝑜 𝑠𝑒𝑔𝑟𝑒𝑡𝑎𝑟𝑖𝑜 𝑛𝑎𝑧𝑖𝑜𝑛𝑎𝑙𝑒: 𝑖𝑛𝑠𝑖𝑒𝑚𝑒 𝑎 𝑛𝑜𝑖 𝑐ℎ𝑒 𝑠𝑖𝑎𝑚𝑜 𝑠𝑢𝑖 𝑡𝑒𝑟𝑟𝑖𝑡𝑜𝑟𝑖, 𝑑𝑒𝑛𝑢𝑛𝑐𝑖𝑎 𝑙𝑎 𝑓𝑜𝑙𝑙𝑖𝑎 𝑑𝑖 𝑢𝑛 𝑃𝑎𝑒𝑠𝑒 𝑐ℎ𝑒 𝑑𝑖𝑐𝑒 𝑑𝑖 𝑣𝑜𝑙𝑒𝑟 𝑝𝑖𝑢̀ 𝑐𝑜𝑛𝑡𝑟𝑜𝑙𝑙𝑖 𝑝𝑒𝑟 𝑝𝑟𝑒𝑣𝑒𝑛𝑖𝑟𝑒 𝑙𝑒 𝑚𝑜𝑟𝑡𝑖 𝑠𝑢𝑙 𝑙𝑎𝑣𝑜𝑟𝑜 𝑒 𝑝𝑜𝑖 𝑠𝑐ℎ𝑖𝑒𝑟𝑎 3️⃣1️⃣ 𝑖𝑠𝑝𝑒𝑡𝑡𝑜𝑟𝑖 𝑎 𝑅𝑒𝑔𝑔𝑖𝑜 𝑒 3️⃣0️⃣ 𝑎 𝑀𝑜𝑑𝑒𝑛𝑎, 𝑝𝑒𝑟 𝑢𝑛 𝑡𝑜𝑡𝑎𝑙𝑒 𝑑𝑖 1️⃣2️⃣6️⃣0️⃣0️⃣0️⃣ 𝑖𝑚𝑝𝑟𝑒𝑠𝑒. 
🤬 𝑪𝒉𝒊𝒂𝒎𝒊𝒂𝒎𝒐𝒍𝒂 𝒄𝒐𝒍 𝒔𝒖𝒐 𝒏𝒐𝒎𝒆: 𝒆̀ 𝒖𝒏𝒂 𝒑𝒓𝒆𝒔𝒂 𝒊𝒏 𝒈𝒊𝒓𝒐”. 

Così la segretaria di Cisl Emilia Centrale, Rosamaria Papaleo, interviene, in modo netto, dopo il disastro nel cantiere Esselunga di Firenze. E lo fa leggendo i dati definitivi del 2023 sulle morti bianche e sugli infortuni a #Modena e #ReggioEmilia. 

𝐈 𝐍𝐔𝐌𝐄𝐑𝐈 𝐅𝐈𝐍𝐀𝐋𝐈 𝐃𝐈 𝐔𝐍 𝟐𝟎𝟐𝟑 𝐏𝐄𝐒𝐒𝐈𝐌𝐎 
Gli ultimi dati commentati si fermavano a settembre. 
Ora tutti possono vedere il consuntivo negli open data Inail. 
➡️ Modena registra 15 morti sul lavoro 
(7 dei quali nel settore delle costruzioni), uno in più del 2022. 

➡️ A Reggio gli incidenti mortali sul lavoro sono aumentati del 133%, 
passando da tre a sette. 

⚖️ Certo, calano leggermente gli infortuni, ma stiamo sempre parlando di 23.107 casi, vale a dire 𝟔𝟑 𝐢𝐧𝐟𝐨𝐫𝐭𝐮𝐧𝐢 𝐚𝐥 𝐠𝐢𝐨𝐫𝐧𝐨: 𝟒𝟎 𝐚 𝐌𝐨𝐝𝐞𝐧𝐚 𝐞 𝟐𝟑 𝐚 𝐑𝐞𝐠𝐠𝐢𝐨. 
“Ci chiediamo e lo chiediamo alle persone che lavorano, alle imprese e alle Istituzioni: questi sono numeri normali o sono la polaroid di una indecenza?”, prosegue il sindacato. 

𝐈 𝐓𝐀𝐕𝐎𝐋𝐈 𝐀 𝐌𝐎𝐃𝐄𝐍𝐀 𝐄 𝐑𝐄𝐆𝐆𝐈𝐎, 𝐔𝐍 𝐏𝐀𝐒𝐒𝐎 𝐀𝐕𝐀𝐍𝐓𝐈. 
𝐎𝐑𝐀 𝐈𝐍𝐕𝐄𝐒𝐓𝐈𝐌𝐄𝐍𝐓𝐈 𝐒𝐓𝐑𝐔𝐓𝐓𝐔𝐑𝐀𝐋𝐈 
𝐏𝐄𝐑 𝐋𝐀 𝐒𝐈𝐂𝐔𝐑𝐄𝐙𝐙𝐀, 𝐂𝐈 𝐒𝐎𝐍𝐎 𝟐 𝐌𝐈𝐋𝐈𝐀𝐑𝐃𝐈
A Modena e Reggio sono stati attivati, questo sì, i tavoli provinciali previsti dal patto regionale “𝑒𝑑 𝑒̀ 𝑢𝑛 𝑝𝑎𝑠𝑠𝑜 𝑎𝑣𝑎𝑛𝑡𝑖, 𝑠𝑜𝑛𝑜 𝑙𝑢𝑜𝑔ℎ𝑖 𝑑𝑜𝑣𝑒 𝑙𝑒 𝐼𝑠𝑡𝑖𝑡𝑢𝑧𝑖𝑜𝑛𝑖, 𝑙𝑒 𝑖𝑚𝑝𝑟𝑒𝑠𝑒 𝑒 𝑖 𝑠𝑖𝑛𝑑𝑎𝑐𝑎𝑡𝑖 𝑝𝑜𝑠𝑠𝑜𝑛𝑜 𝑒 𝑑𝑒𝑣𝑜𝑛𝑜 𝑏𝑎𝑡𝑡𝑒𝑟𝑒 𝑝𝑎𝑟𝑖 𝑚𝑎 𝑎𝑛𝑐𝑜𝑟𝑎 𝑛𝑜𝑛 𝑏𝑎𝑠𝑡𝑎. 𝑹𝒊𝒔𝒄𝒉𝒊𝒂𝒎𝒐 𝒅𝒊 𝒇𝒂𝒓𝒆 𝒐𝒕𝒕𝒊𝒎𝒆 𝒂𝒏𝒂𝒍𝒊𝒔𝒊, 𝒅𝒊 𝒊𝒏𝒒𝒖𝒂𝒅𝒓𝒂𝒓𝒆 𝒂𝒍𝒍𝒂 𝒑𝒆𝒓𝒇𝒆𝒛𝒊𝒐𝒏𝒆 𝒊𝒍 𝒑𝒓𝒐𝒃𝒍𝒆𝒎𝒂 𝒎𝒂 𝒑𝒐𝒊 𝒔𝒊 𝒕𝒐𝒓𝒏𝒂 𝒂𝒍 𝒑𝒖𝒏𝒕𝒐 𝒅𝒊 𝒑𝒂𝒓𝒕𝒆𝒏𝒛𝒂: 𝒔𝒆𝒓𝒗𝒐𝒏𝒐 𝒄𝒐𝒏𝒕𝒓𝒐𝒍𝒍𝒊, 𝒏𝒆 𝒔𝒆𝒓𝒗𝒐𝒏𝒐 𝒕𝒂𝒏𝒕𝒊 𝒆 𝒑𝒆𝒓 𝒇𝒂𝒓𝒍𝒊 𝒐𝒄𝒄𝒐𝒓𝒓𝒆 𝒏𝒐𝒏 𝒔𝒐𝒍𝒐 𝒖𝒏𝒂 𝒔𝒕𝒓𝒂𝒕𝒆𝒈𝒊𝒂 𝒎𝒂 𝒅𝒆𝒍 𝒑𝒆𝒓𝒔𝒐𝒏𝒂𝒍𝒆. Che costa. 𝑰𝒍 𝒏𝒐𝒔𝒕𝒓𝒐 𝒑𝒂𝒓𝒆𝒓𝒆 𝒆̀ 𝒄𝒉𝒆 𝒖𝒏𝒂 𝒗𝒊𝒕𝒂 𝒔𝒂𝒍𝒗𝒂𝒕𝒂 𝒗𝒂𝒍𝒆 𝒑𝒊𝒖̀ 𝒅𝒊 𝒖𝒏 𝒃𝒊𝒍𝒂𝒏𝒄𝒊𝒐, 𝑒𝑝𝑝𝑢𝑟𝑒 𝑞𝑢𝑒𝑠𝑡𝑜 𝑒̀ 𝑢𝑛 𝑃𝑎𝑒𝑠𝑒   – osserva Domenico Chiatto, segretario generale aggiunto con delega alla Sicurezza sul lavoro – 𝑑𝑜𝑣𝑒 𝑔𝑙𝑖 𝐼𝑠𝑝𝑒𝑡𝑡𝑜𝑟𝑖 𝑑𝑒𝑙 𝑙𝑎𝑣𝑜𝑟𝑜 𝑒 𝑖 𝑙𝑜𝑟𝑜 𝑐𝑜𝑙𝑙𝑒𝑔ℎ𝑖 𝑐ℎ𝑒 𝑓𝑎𝑛𝑛𝑜 𝑓𝑢𝑛𝑧𝑖𝑜𝑛𝑎𝑟𝑒 𝑙𝑎 𝑚𝑎𝑐𝑐ℎ𝑖𝑛𝑎 𝑎𝑚𝑚𝑖𝑛𝑖𝑠𝑡𝑟𝑎𝑡𝑖𝑣𝑎 𝑙𝑜 𝑠𝑐𝑜𝑟𝑠𝑜 𝑎𝑢𝑡𝑢𝑛𝑛𝑜 𝑠𝑜𝑛𝑜 𝑠𝑡𝑎𝑡𝑖 𝑐𝑜𝑠𝑡𝑟𝑒𝑡𝑡𝑖 𝑎 𝑠𝑐𝑖𝑜𝑝𝑒𝑟𝑎𝑟𝑒, 𝑝𝑒𝑟 𝑑𝑒𝑛𝑢𝑛𝑐𝑖𝑎𝑟𝑒 𝑙𝑎 𝑠𝑖𝑡𝑢𝑎𝑧𝑖𝑜𝑛𝑒 𝑑𝑖𝑓𝑓𝑖𝑐𝑖𝑙𝑒 𝑖𝑛 𝑐𝑢𝑖 𝑠𝑖 𝑡𝑟𝑜𝑣𝑎𝑛𝑜 𝑎𝑑 𝑜𝑝𝑒𝑟𝑎𝑟𝑒. 𝑈𝑛𝑎 𝑠𝑢 𝑡𝑢𝑡𝑡𝑒: 𝑖𝑛 𝑢𝑛 𝑐𝑜𝑛𝑡𝑒𝑠𝑡𝑜 𝑡𝑒𝑐𝑛𝑜𝑙𝑜𝑔𝑖𝑐𝑜 𝑜𝑏𝑠𝑜𝑙𝑒𝑡𝑜, 𝑑𝑜𝑣𝑒 𝑎𝑐𝑐𝑒𝑑𝑒𝑟𝑒 𝑎𝑑 𝑎𝑙𝑐𝑢𝑛𝑒 𝑏𝑎𝑛𝑐ℎ𝑒 𝑑𝑎𝑡𝑖 𝑒̀ 𝑎𝑛𝑐𝑜𝑟𝑎 𝑝𝑟𝑜𝑖𝑏𝑖𝑡𝑖𝑣𝑜, 𝑒̀ 𝒖𝒓𝒈𝒆𝒏𝒕𝒆 𝒐𝒕𝒕𝒆𝒏𝒆𝒓𝒆 𝒍𝒂 𝒑𝒊𝒆𝒏𝒂 𝒊𝒏𝒄𝒓𝒐𝒄𝒊𝒂𝒃𝒊𝒍𝒊𝒕𝒂̀ 𝒅𝒆𝒊 𝒅𝒂𝒕𝒊 𝒆 𝒅𝒆𝒍𝒍𝒆 𝒊𝒏𝒇𝒐𝒓𝒎𝒂𝒛𝒊𝒐𝒏𝒊”. 

👌 𝐂𝐇𝐈𝐀𝐓𝐓𝐎 𝐍𝐎𝐍 𝐒𝐎𝐋𝐎 𝐂𝐇𝐈𝐄𝐃𝐄 𝐈𝐍𝐕𝐄𝐒𝐓𝐈𝐌𝐄𝐍𝐓𝐈 𝐈𝐍 𝐏𝐑𝐄𝐕𝐄𝐍𝐙𝐈𝐎𝐍𝐄 𝐌𝐀 𝐈𝐍𝐃𝐈𝐂𝐀 𝐃𝐎𝐕𝐄 𝐓𝐑𝐎𝐕𝐀𝐑𝐄 𝐈 𝐒𝐎𝐋𝐃𝐈: 

💶 sono ben 2 miliardi di euro di cui Inail dispone a livello nazionale. 
“Risorse che non possono essere solo utilizzate per ripianare i conti statali. Devono essere invece risorse dedicate a:
✅ più formazione dei Rappresentanti di lavoratori;
✅ più formazione dei lavoratori stessi
✅ investire sullintelligenza artificiale per le analisi utili a prevenire gli infortuni sul lavoro. 

Infine: 
❌ manca ancora un indirizzo normativo preciso per 
la 𝐥𝐢𝐦𝐢𝐭𝐚𝐳𝐢𝐨𝐧𝐞 𝐝𝐞𝐥 𝐬𝐮𝐛𝐚𝐩𝐩𝐚𝐥𝐭𝐨 𝐬𝐞𝐥𝐯𝐚𝐠𝐠𝐢𝐨 𝐚𝐧𝐜𝐡𝐞 𝐧𝐞𝐢 𝐜𝐚𝐧𝐭𝐢𝐞𝐫𝐢 𝐞𝐝𝐢𝐥𝐢. 
E’ questo l’elemento ancora di maggior criticità nel comparto delle  costruzioni, 
che continua ad essere il settore a maggior tasso infortunistico”

CISL SI MOBILITA 
💪 CISL ha preso una posizione forte, rilanciata da tutti i media. 
𝐈𝐥 𝐬𝐞𝐠𝐫𝐞𝐭𝐚𝐫𝐢𝐨 𝐒𝐛𝐚𝐫𝐫𝐚 𝐡𝐚 𝐜𝐡𝐢𝐞𝐬𝐭𝐨 𝐮𝐧 𝐏𝐢𝐚𝐧𝐨 𝐍𝐚𝐳𝐢𝐨𝐧𝐚𝐥𝐞 𝐚𝐥 𝐆𝐨𝐯𝐞𝐫𝐧𝐨 𝐝𝐢 Giorgia Meloni, 

Un piano composto da:
✅ più controlli, più ispezioni e più ispettori sul territorio.
Occorrono più sanzioni e repressione.
✅ più risorse e interventi concreti;
✅ banche dati incrociate;
✅ rating sociale per le imprese, 
con una patente a punti che premi le realtà virtuose;
✅ un grande investimento su prevenzione e formazione;  

Per questo 𝐂𝐢𝐬𝐥 𝐡𝐚 𝐝𝐚𝐭𝐨 𝐢𝐥 𝐯𝐢𝐚 𝐚𝐝 𝐮𝐧𝐚 𝐦𝐨𝐛𝐢𝐥𝐢𝐭𝐚𝐳𝐢𝐨𝐧𝐞 𝐧𝐚𝐳𝐢𝐨𝐧𝐚𝐥𝐞 con assemblee nelle fabbriche, nei cantieri, negli uffici e nei luoghi della produzione.

Comment on Facebook

Poniamoci qualche domanda.... dì come sia stato possibile arrivare.... a queste condizioni è ha questi livelli... 🙏🙏🙏😠😠😠😠

❤️

Grazie

Il problema, non sono i pochi ispettori, ma il fatto che mi sembra di vederli parecchio distratti, quando fanno le ispezioni🤔✌️...e non parlo ovviamente solo di Modena....ma di tante realtà in qualunque Città italiana...

Ma nessuno si chiede quali persone sono interessate dai lavori di cantiere ?

Chi ottiene sub appalto deve garantire la sicurezza e un minimo apprendistato sulla sicurezza con dei corsi anni anni indietro succedevano meno oggi più serve più sicurezza e controlli .

Basta fare controlli, non è difficile, sarebbe ora che si facessero gli interessi degli operai.

In Italia in ogni campo s'invocano controlli ma nessuno vuole i controllori . La politica ha reso la precarietà sempre più attuale e sempre meno punibile nel caso venga scoperta . La gente non vuol capire che votando certi partiti non avrà mai nessuna garanzia se non quella di arricchire sempre gli stessi che giorno dopo giorno hanno tolto loro il diritto di chiedere giustizia , perchè sono loro che decidono cos'è giusto e come averlo.

Io penso che se per fare un lavoro da un giorno vieni pagato per mezzo giorno e comprensibile che si provi a tagliare i tempi e la sicurezza quindi i lavori vengono fatti peggio e a rischio infortuni se non si capisce questo stiamo parlando di niente delegato o no per la sicurezza

🤣🤣🤣🤣🤣🤣🤣🤣🤣🤣🤣la colpa nè la Vs, ma de cuelle stupide che da VOI SI FANNO rappresentare🤣🤣🤣🤣

Presto c'è ne saranno altre....

Adesso tutti urlano allo scandalo come se non si fosse mai saputo 🤬 cosa succederà? Nuove regole e restrizioni, più burocrazia che come sempre metterà alle strette chi lavora correttamente, ma zero controlli per chi continuerà a fregarsene sfruttando i lavoratori senza un minimo di decenza... È l'Italia 😞

La cisl ha niente da dire sugli accordi a ribasso?

Abbiamo più morti, redditi più bassi, più precarietà, perso diritto alla pensione e alle cure, ma più sindacalisti e meglio pagati. Se 2+2 fa 4.....

A parte l'appalto e sub sub appalto che quando hai finito,al posto di un elettricista pes ti arriva un extracomunitario se va bene inquadrato come fattorino. Ma in tutte le aziende,anche piccole, ci deve essere un delegato alla sicurezza. Questa persona xò non deve essere il proprietario o familiare,come succede. In più non deve essere ricattabile,ma considerato responsabile al pari del proprietario,con stipendio e qualifica idonee

A Firenze la torta l' hanno fatta bella grossa Senza permessi e paghe in nero ma alla fine il colpevole sarà quello delle pulizie

Oddio ha parlato anche la cisl......?

Andateci voi

Fosse solo quello aggiungerei anche corrotti che avvisano giorni prima dell ispezione alla sicurezza così quando poi vengono a fare il controllo risulta tutto in ordine poi i controllo finisce ed ecco che ti tolgono ogni tipo di sicurezza perché è una spesa in più. Tipo farti andare in uno scavo profondo 4 metri e niente paratie sai e una spesa in più è perdita di tempo a detta loro poco importa se dovesse passare li vicino il camion sbagliato e tu rimani sepolto vivo .PS. parlo per esperienza personale perché è ciò che mi è successo

Ma va? Ho vista la NON partecipazione allo sciopero per i 5 morti con UIL e CGIL. Quanti ne devono morire perché Vi muoviate ? Fine.

StiKazzi!!! Grazie a Dio che il Sindacato ci tutela..............Ma dove kazzo siete stati sino ad adesso??? Paghe da fame, pensioni taglieggiate dalle tasse........

Gli unici a non partecipare allo sciopero siete stati voi

se ne parla oggi .domani tutti muti 😡😡🤬🤬😡🤬

Non riusciamo a capire il. perché di tanti morti ....come nel 2023 ,e anche ora inizio. 2O24 E non mi pare che ci sia compianto ,da parte di quella gente al comando ....Conta solo il Potere ,, e il benessere della loro vita ....😡😡

Vorrebbero chiamate morti della vergogna non bianche

View more comments

Load more
Comments Box SVG iconsUsed for the like, share, comment, and reaction icons

Facebook Videos

#STORIEBELLE
UN GRANDE ACCORDO CHE PROTEGGE
I 250 DELLE FARMACIE COMUNALI DI REGGIO

Quante volte siamo usciti di corsa per raggiungere la farmacia notturna più vicina?

E quante volte siamo andati in farmacia per prenotare visite, servizi o anche solo per chiedere come curare un brutto mal di gola? 

❤️ 𝐐𝐮𝐞𝐥𝐥𝐚 𝐜𝐡𝐞 𝐯𝐢 𝐫𝐚𝐜𝐜𝐨𝐧𝐭𝐢𝐚𝐦𝐨 𝐨𝐠𝐠𝐢 𝐞̀ 𝐮𝐧𝐚 𝐬𝐭𝐨𝐫𝐢𝐚 𝐦𝐨𝐥𝐭𝐨 𝐛𝐞𝐥𝐥𝐚: 𝐫𝐢𝐠𝐮𝐚𝐫𝐝𝐚 𝐥𝐞 2️⃣5️⃣0️⃣ 𝐩𝐞𝐫𝐬𝐨𝐧𝐞 𝐜𝐡𝐞 𝐥𝐚𝐯𝐨𝐫𝐚𝐧𝐨 𝐩𝐞𝐫 𝐥𝐞 𝐅𝐚𝐫𝐦𝐚𝐜𝐢𝐞 𝐂𝐨𝐦𝐮𝐧𝐚𝐥𝐢 𝐑𝐢𝐮𝐧𝐢𝐭𝐞 e che ogni giorno, dal bancone col camice bianco, negli uffici e nel magazzino si impegnano per dare ai cittadini reggiani un servizio importantissimo. 

😅 Dopo 9️⃣ mesi di trattativa e una seduta fiume di 1️⃣1️⃣ ore Fisascat Cisl Emilia Centrale e le altre organizzazioni hanno ottenuto quello che non è solo un accordo che migliora tantissimo la qualità del lavoro e della vita ma è anche un modo per ringraziare questi professionisti. 

In sintesi: 

✅🤟stesso numero di permessi, per i vecchi e per i nuovi assunti. 

✅🤟aumenta di 500 euro il premio di risultato;

✅🤟viene pagato molto meglio il lavoro notturno, domenicale e festivo. 
Ad esempio per i farmacisti passerà da 20€ a 50€ a notte. 

✅🤟i dipendenti over 60 possono essere esclusi dal turno di notte

✅🤟Più permessi per migliorare il rapporto tra lavoro e vita privata

✅🤟Possibilità di anticipare il tfr per varie esigenze

✅🤟contrasto alle violenze di genere

✅🤟Più possibilità per richiedere un part-time (o aspettativa)

🏪🏥 In questo video ⬇️ dalla farmacia h24 dell’Ospedale Santa Maria Nuova di Reggio il nostro Simone Zannoni di Fisascat Cisl Emilia Centrale  ci racconta le principali novità.

Fisascat Cisl
Fisascat Cisl Emilia Romagna
Cisl Emilia Romagna

#STORIEBELLE UN GRANDE ACCORDO CHE PROTEGGE I 250 ...

STORIA DI UNA GIORNATA DI PROTESTA
PER DIFENDERE ANZIANI E DISABILI

Diciamo no in tutte le lingue del mondo alla stangata decisa dalla Regione Emilia-Romagna che colpisce le rette per gli anziani ospiti delle case protette e dei disabili nei centri socio riabilitativi residenziali. 

Una misura che non distingue tra ricchi e poveri, penalizza le donne e colpisce duramente le famiglie che già pagano costi stellari: non bastano le pensioni sempre più povere e devono consumare i risparmi di una vita. 

🔴🙌 Cosa chiediamo? Che la Regione si fermi, che si fermi subito e torni ad ascoltare la voce del suo territorio. La voce dei Sindacati e dei Sindaci. La voce delle famiglie. 

Questa mattina lo abbiamo spiegato al Presidente della Provincia di Reggio Emilia, Giorgio Zanni, che ringraziamo non solo per aver ascoltato ma per aver capito che la brutta decisione della Regione ci mette tutti sulla stessa barca. 

Avanti insieme, con decisione. 
🗓️ 𝐈𝐥 1️⃣3️⃣𝐟𝐞𝐛𝐛𝐫𝐚𝐢𝐨 𝐬𝐚𝐫𝐞𝐦𝐨 𝐩𝐢𝐮̀ 𝐜𝐡𝐞 𝐭𝐚𝐧𝐭𝐢𝐬𝐬𝐢𝐦𝐢 𝐝𝐚𝐯𝐚𝐧𝐭𝐢 𝐚𝐥𝐥𝐚 𝐬𝐞𝐝𝐞 𝐝𝐞𝐥𝐥𝐚 𝐑𝐞𝐠𝐢𝐨𝐧𝐞. 
𝐒𝐚𝐩𝐫𝐞𝐦𝐨 𝐜𝐨𝐦𝐞 𝐟𝐚𝐫𝐜𝐢 𝐚𝐬𝐜𝐨𝐥𝐭𝐚𝐫𝐞 𝐝𝐚 𝐜𝐡𝐢 𝐧𝐨𝐧 𝐯𝐮𝐨𝐥𝐞 𝐨 𝐧𝐨𝐧 𝐬𝐚 𝐩𝐢𝐮̀ 𝐜𝐨𝐦𝐞 𝐬𝐢 𝐟𝐚.

CISL
Cisl Emilia Romagna
FNP CISL Nazionale
FNP CISL Emilia Romagna

STORIA DI UNA GIORNATA DI PROTESTA PER DIFENDERE A...

📌✅📢
AUMENTO RETTE STRUTTURE ANZIANI  E DISABILI: 
CGIL CISL UIL CONFERMANO GIUDIZIO NEGATIVO 😡SU DELIBERA Regione Emilia-Romagna
Andrea Sirianni Cisl Emilia Romagna CISL Confederazione Italiana Sindacati Lavoratori 

Continua a preoccupare i sindacati l’aumento delle rette (4,10 euro al giorno) stabilito dalla Regione a carico degli ospiti delle Cra (Case residenza anziani) e centri residenziali per disabili.

Leggi la notizia completa su https://www.cislemiliacentrale.it/news/aumento-rette-strutture-anziani-e-disabili-cgil-cisl-uil-confermano-giudizio-negativo-su-delibera-regione/

📌✅📢 AUMENTO RETTE STRUTTURE ANZIANI E DIS...

Cisl Emilia Centrale

Sito ufficiale

Siamo un sindacato, cioè un’organizzazione che si occupa della protezione dei lavoratori e pensionati. Siamo a disposizione dei cittadini per assisterli non solo nel mondo del lavoro, ma anche nella vita sociale e culturale nel territorio.

Attraverso le nostre strutture di categoria rappresentiamo e difendiamo i lavoratori di tutti i settori produttivi privati e pubblici, i pensionati, i disoccupati, i  lavoratori poveri ed atipici.

Siamo un’organizzazione che fonda le proprie radici nel cattolicesimo democratico e nel riformismo laico e tuteliamo gli interessi di tutte le persone che a noi aderiscono, senza alcuna pregiudiziale politica, religiosa o etnica, in un libero spazio di confronto e di crescita, avendo sempre a cuore la coesione sociale ed il bene comune.

I nostri valori fondamentali sono la centralità della persona, l’autonomia, la contrattazione, la democrazia, la partecipazione e la  solidarietà.

Ispirandoci a essi cerchiamo di fornire risposte concrete e soluzioni efficaci ai problemi dei cittadini che si rivolgono ai nostri delegati, operatori e dirigenti nei luoghi di lavoro e nelle nostre sedi.

Le nostre sedi

Dove siamo

Abbiamo quarantatre sedi sparse nel territorio per poter venire incontro alle esigenze dei cittadini. Trova quella più vicina a te!

Convenzioni

Scarica il libretto con le convenzioni per gli iscritti Cisl Emilia Centrale



CISL Emilia Centrale © Copyright 2014 - 2022

cislemiliacentrale.it
ust.emiliacentrale@cisl.it

Modena

Indirizzo: via Emilia Ovest 101, Modena
Tel: 059 890811 

Reggio Emila

Indirizzo: via Turri 69, Reggio Emilia
Tel: 0522 357411

Cerca nel sito
Convenzioni