• da sin. DOMENICO CHIATTO-ROSAMARIA PAPALEO-ANDREA SIRIANNI-2-2

    Benvenuti alla Cisl Emilia Centrale

    La segreteria della Cisl Emilia Centrale vi da il benvenuto nel nuovo sito ufficiale.

  • MENO FIGLI, MENO LAVORATORI. IL 2050 A MODENA DOVE IA, DIGITALE, E AUTOMAZIONE POSSONO ESSERE ALLEATI
    News

    MENO FIGLI, MENO LAVORATORI. IL 2050 A MODENA DOVE IA, DIGITALE, E AUTOMAZIONE POSSONO ESSERE ALLEATI

  • Il momento per una Sanità migliore. Immagini dal meeting Cisl sulla Sanità presso Unimore a Reggio Emilia
    News

    Il momento per una Sanità migliore. Immagini dal meeting Cisl sulla Sanità presso Unimore a Reggio Emilia

    Una giornata eccezionale presso l’Aula Magna dell’Università di Modena e Reggio, in centro città a Reggio Emilia. Qui le foto

Finestra sui Social Network

Comments Box SVG iconsUsed for the like, share, comment, and reaction icons

𝐂𝐈𝐒𝐋 𝐅𝐏 𝐑𝐈𝐍𝐆𝐑𝐀𝐙𝐈𝐀 𝐏𝐑𝐎𝐂𝐔𝐑𝐀 𝐄 𝐆𝐃𝐅
“𝐓𝐑𝐀𝐒𝐏𝐀𝐑𝐄𝐍𝐙𝐀 𝐒𝐔𝐈 𝐌𝐄𝐃𝐈𝐂𝐈 𝐆𝐄𝐓𝐓𝐎𝐍𝐈𝐒𝐓𝐈”

“𝐃𝐢𝐜𝐨 𝐠𝐫𝐚𝐳𝐢𝐞 𝐚𝐥𝐥𝐚 𝐏𝐫𝐨𝐜𝐮𝐫𝐚 𝐝𝐞𝐥𝐥𝐚 𝐑𝐞𝐩𝐮𝐛𝐛𝐥𝐢𝐜𝐚 𝐞 𝐚𝐥𝐥𝐚 𝐆𝐮𝐚𝐫𝐝𝐢𝐚 𝐝𝐢 𝐅𝐢𝐧𝐚𝐧𝐳𝐚 𝐝𝐢 𝐌𝐨𝐝𝐞𝐧𝐚 𝐩𝐞𝐫 𝐚𝐯𝐞𝐫 𝐟𝐞𝐫𝐦𝐚𝐭𝐨 𝐮𝐧’𝐨𝐫𝐠𝐚𝐧𝐢𝐳𝐳𝐚𝐳𝐢𝐨𝐧𝐞 𝐜𝐡𝐞, 𝐢𝐧 𝐛𝐚𝐬𝐞 𝐚𝐥 𝐪𝐮𝐚𝐝𝐫𝐨 𝐚𝐜𝐜𝐮𝐬𝐚𝐭𝐨𝐫𝐢𝐨, 𝐞𝐫𝐚 𝐬𝐭𝐮𝐝𝐢𝐚𝐭𝐚 𝐩𝐞𝐫 𝐬𝐮𝐜𝐜𝐡𝐢𝐚𝐫𝐞 𝐬𝐨𝐥𝐝𝐢 𝐚𝐥𝐥𝐚 𝐬𝐚𝐧𝐢𝐭𝐚̀ 𝐩𝐮𝐛𝐛𝐥𝐢𝐜𝐚 𝐢𝐧 𝐛𝐞𝐧 𝐨𝐭𝐭𝐨 𝐫𝐞𝐠𝐢𝐨𝐧𝐢, 𝐄𝐦𝐢𝐥𝐢𝐚-𝐑𝐨𝐦𝐚𝐠𝐧𝐚 𝐜𝐨𝐦𝐩𝐫𝐞𝐬𝐚.

🚨🚓 Un’inchiesta partita da #Sassuolo che apre interrogativi su un sistema sanitario che si trova ovunque a corto di personale e deve ingaggiare sul mercato medici e infermieri. I famosi gettonisti. La classica gallina dalle uova d’oro che potrebbe aver ricevuto un brutto colpo, vedremo cosa uscirà dall’iter penale e processuale”.

Così Gennaro Ferrara, Segretario generale di Cisl Fp Emilia Centrale, interviene in merito all’operazione che all'alba del 19 luglio ha portato in carcere tre uomini e al sequestro di circa quattro milioni di euro.

𝐁𝐔𝐂𝐀𝐓𝐎 𝐈𝐋 𝐂𝐎𝐍𝐓𝐑𝐎𝐋𝐋𝐎 𝐀𝐌𝐌𝐈𝐍𝐈𝐒𝐓𝐑𝐀𝐓𝐈𝐕𝐎
𝐃𝐄𝐋𝐋𝐀 𝐒𝐀𝐍𝐈𝐓𝐀’ 𝐏𝐔𝐁𝐁𝐋𝐈𝐂𝐀
“Il quadro presentato dagli inquirenti è inquietante e se fosse confermato mostrerebbe 𝐥𝐚 𝐬𝐯𝐞𝐥𝐭𝐞𝐳𝐳𝐚 𝐜𝐨𝐧 𝐜𝐮𝐢 𝐠𝐥𝐢 𝐚𝐫𝐫𝐞𝐬𝐭𝐚𝐭𝐢 𝐡𝐚𝐧𝐧𝐨 𝐟𝐢𝐮𝐭𝐚𝐭𝐨 𝐮𝐧 𝐠𝐫𝐚𝐧𝐝𝐞 𝐛𝐮𝐬𝐢𝐧𝐞𝐬𝐬 𝐫𝐢𝐮𝐬𝐜𝐞𝐧𝐝𝐨 𝐚 𝐯𝐢𝐧𝐜𝐞𝐫𝐞 𝐝𝐢𝐯𝐞𝐫𝐬𝐢 𝐛𝐚𝐧𝐝𝐢 𝐩𝐞𝐫 𝐟𝐨𝐫𝐧𝐢𝐫𝐞 𝐦𝐞𝐝𝐢𝐜𝐢 𝐞 𝐢𝐧𝐟𝐞𝐫𝐦𝐢𝐞𝐫𝐢 𝐚 𝐨𝐬𝐩𝐞𝐝𝐚𝐥𝐢 𝐞 𝐚𝐳𝐢𝐞𝐧𝐝𝐞 𝐬𝐚𝐧𝐢𝐭𝐚𝐫𝐢𝐞.

😱 😱 𝐌𝐞𝐝𝐢𝐜𝐢 𝐜𝐡𝐞 𝐢𝐧 𝐫𝐞𝐚𝐥𝐭𝐚̀ 𝐞𝐫𝐚𝐧𝐨 𝐟𝐚𝐧𝐭𝐚𝐬𝐦𝐢: o perché non collaboravano con le società degli arrestati o perché manco sapevano di essere stati inseriti in un appalto.

Il che manda spediti verso alcune domande: da più di un anno denunciamo che 𝐢𝐥 𝐟𝐞𝐧𝐨𝐦𝐞𝐧𝐨 𝐝𝐞𝐢 𝐠𝐞𝐭𝐭𝐨𝐧𝐢𝐬𝐭𝐢 𝐧𝐨𝐧 𝐬𝐨𝐥𝐨 𝐞̀ 𝐭𝐨𝐬𝐬𝐢𝐜𝐨 𝐦𝐚 𝐜𝐨𝐬𝐭𝐚 𝐮𝐧𝐚 𝐪𝐮𝐚𝐧𝐭𝐢𝐭𝐚̀ 𝐞𝐧𝐨𝐫𝐦𝐞 𝐝𝐢 𝐬𝐨𝐥𝐝𝐢 𝐝𝐞𝐢 𝐜𝐨𝐧𝐭𝐫𝐢𝐛𝐮𝐞𝐧𝐭𝐢.

⚠️💶 𝐒𝐨𝐥𝐝𝐢 𝐜𝐡𝐞 𝐬𝐞𝐫𝐯𝐢𝐫𝐞𝐛𝐛𝐞𝐫𝐨 𝐩𝐞𝐫 𝐩𝐚𝐠𝐚𝐫𝐞 𝐦𝐞𝐠𝐥𝐢𝐨 𝐦𝐞𝐝𝐢𝐜𝐢 𝐞 𝐢𝐧𝐟𝐞𝐫𝐦𝐢𝐞𝐫𝐢 𝐝𝐞𝐥𝐥𝐚 𝐬𝐚𝐧𝐢𝐭𝐚̀ 𝐩𝐮𝐛𝐛𝐥𝐢𝐜𝐚, 𝐜𝐡𝐞 𝐢𝐧𝐯𝐞𝐜𝐞 𝐫𝐞𝐬𝐭𝐚𝐧𝐨 𝐚 𝐬𝐛𝐫𝐢𝐠𝐚𝐫𝐞 𝐭𝐮𝐭𝐭𝐨 𝐢𝐥 𝐛𝐫𝐮𝐭𝐭𝐨 𝐝𝐞𝐥 𝐥𝐚𝐯𝐨𝐫𝐨 𝐜𝐡𝐞 𝐢 𝐠𝐞𝐭𝐭𝐨𝐧𝐢𝐬𝐭𝐢 𝐬𝐢 𝐫𝐢𝐟𝐢𝐮𝐭𝐚𝐧𝐨 𝐝𝐢 𝐟𝐚𝐫𝐞. In tutti i casi, deve far riflettere che per prendere questi appalti sia bastato mandare, in sostanza, una lista di medici inesistenti e dei curriculum falsi.

1️⃣❓ Che tipo di controlli sono stati eseguiti?

2️⃣❓ Se concordiamo che prendere un medico gettonista non è come comprare un pacchetto di figurine, è stata fatta una verifica sui titoli realmente posseduti o è stata acquisita una conferma da parte dei professionisti? Lecito chiederselo, dato che 𝐬𝐨𝐧𝐨 𝐛𝐞𝐧 3️⃣9️⃣ 𝐥𝐞 𝐩𝐫𝐨𝐜𝐞𝐝𝐮𝐫𝐞 𝐚𝐝 𝐞𝐯𝐢𝐝𝐞𝐧𝐳𝐚 𝐩𝐮𝐛𝐛𝐥𝐢𝐜𝐚 𝐩𝐚𝐬𝐬𝐚𝐭𝐞 𝐬𝐨𝐭𝐭𝐨 𝐥𝐚 𝐥𝐞𝐧𝐭𝐞 𝐝𝐢 𝐢𝐧𝐠𝐫𝐚𝐧𝐝𝐢𝐦𝐞𝐧𝐭𝐨 𝐝𝐞𝐠𝐥𝐢 𝐢𝐧𝐪𝐮𝐢𝐫𝐞𝐧𝐭𝐢.

3️⃣👌 In linea più generale, 𝐥’𝐢𝐧𝐜𝐡𝐢𝐞𝐬𝐭𝐚 𝐝𝐞𝐥𝐥𝐚 𝐏𝐫𝐨𝐜𝐮𝐫𝐚 𝐞̀ 𝐥’𝐨𝐜𝐜𝐚𝐬𝐢𝐨𝐧𝐞 𝐩𝐞𝐫 𝐭𝐨𝐫𝐧𝐚𝐫𝐞 𝐚 𝐝𝐢𝐬𝐜𝐮𝐭𝐞𝐫𝐞 𝐢𝐧𝐬𝐢𝐞𝐦𝐞 𝐚𝐥 𝐭𝐞𝐫𝐫𝐢𝐭𝐨𝐫𝐢𝐨 𝐝𝐞𝐥 𝐟𝐞𝐧𝐨𝐦𝐞𝐧𝐨 𝐠𝐞𝐭𝐭𝐨𝐧𝐢𝐬𝐭𝐢, 𝐝𝐞𝐢 𝐫𝐞𝐥𝐚𝐭𝐢𝐯𝐢 𝐜𝐨𝐬𝐭𝐢 𝐞 𝐝𝐞𝐥𝐥𝐞 𝐫𝐞𝐠𝐨𝐥𝐞 𝐝𝐢 𝐢𝐧𝐠𝐚𝐠𝐠𝐢𝐨 𝐩𝐞𝐫 𝐥𝐚 𝐥𝐨𝐫𝐨 𝐚𝐬𝐬𝐮𝐧𝐳𝐢𝐨𝐧𝐞. Da infermiere prima ancora che da sindacalista penso che sarebbe nell’interesse di tutti coloro che sono distanti anni luce dai metodi svelati dalle indagini”.
... See MoreSee Less

𝐂𝐈𝐒𝐋 𝐅𝐏 𝐑𝐈𝐍𝐆𝐑𝐀𝐙𝐈𝐀 𝐏𝐑𝐎𝐂𝐔𝐑𝐀 𝐄 𝐆𝐃𝐅
“𝐓𝐑𝐀𝐒𝐏𝐀𝐑𝐄𝐍𝐙𝐀 𝐒𝐔𝐈 𝐌𝐄𝐃𝐈𝐂𝐈 𝐆𝐄𝐓𝐓𝐎𝐍𝐈𝐒𝐓𝐈”

“𝐃𝐢𝐜𝐨 𝐠𝐫𝐚𝐳𝐢𝐞 𝐚𝐥𝐥𝐚 𝐏𝐫𝐨𝐜𝐮𝐫𝐚 𝐝𝐞𝐥𝐥𝐚 𝐑𝐞𝐩𝐮𝐛𝐛𝐥𝐢𝐜𝐚 𝐞 𝐚𝐥𝐥𝐚 𝐆𝐮𝐚𝐫𝐝𝐢𝐚 𝐝𝐢 𝐅𝐢𝐧𝐚𝐧𝐳𝐚 𝐝𝐢 𝐌𝐨𝐝𝐞𝐧𝐚 𝐩𝐞𝐫 𝐚𝐯𝐞𝐫 𝐟𝐞𝐫𝐦𝐚𝐭𝐨 𝐮𝐧’𝐨𝐫𝐠𝐚𝐧𝐢𝐳𝐳𝐚𝐳𝐢𝐨𝐧𝐞 𝐜𝐡𝐞, 𝐢𝐧 𝐛𝐚𝐬𝐞 𝐚𝐥 𝐪𝐮𝐚𝐝𝐫𝐨 𝐚𝐜𝐜𝐮𝐬𝐚𝐭𝐨𝐫𝐢𝐨, 𝐞𝐫𝐚 𝐬𝐭𝐮𝐝𝐢𝐚𝐭𝐚 𝐩𝐞𝐫 𝐬𝐮𝐜𝐜𝐡𝐢𝐚𝐫𝐞 𝐬𝐨𝐥𝐝𝐢 𝐚𝐥𝐥𝐚 𝐬𝐚𝐧𝐢𝐭𝐚̀ 𝐩𝐮𝐛𝐛𝐥𝐢𝐜𝐚 𝐢𝐧 𝐛𝐞𝐧 𝐨𝐭𝐭𝐨 𝐫𝐞𝐠𝐢𝐨𝐧𝐢, 𝐄𝐦𝐢𝐥𝐢𝐚-𝐑𝐨𝐦𝐚𝐠𝐧𝐚 𝐜𝐨𝐦𝐩𝐫𝐞𝐬𝐚. 

🚨🚓 Un’inchiesta partita da #Sassuolo che apre interrogativi su un sistema sanitario che si trova ovunque a corto di personale e deve ingaggiare sul mercato medici e infermieri. I famosi gettonisti. La classica gallina dalle uova d’oro che potrebbe aver ricevuto un brutto colpo, vedremo cosa uscirà dall’iter penale e processuale”. 

Così Gennaro Ferrara, Segretario generale di Cisl Fp Emilia Centrale, interviene in merito all’operazione che allalba del 19 luglio ha portato in carcere tre uomini e al sequestro di circa quattro milioni di euro. 

𝐁𝐔𝐂𝐀𝐓𝐎 𝐈𝐋 𝐂𝐎𝐍𝐓𝐑𝐎𝐋𝐋𝐎 𝐀𝐌𝐌𝐈𝐍𝐈𝐒𝐓𝐑𝐀𝐓𝐈𝐕𝐎 
𝐃𝐄𝐋𝐋𝐀 𝐒𝐀𝐍𝐈𝐓𝐀’ 𝐏𝐔𝐁𝐁𝐋𝐈𝐂𝐀
“Il quadro presentato dagli inquirenti è inquietante e se fosse confermato mostrerebbe  𝐥𝐚 𝐬𝐯𝐞𝐥𝐭𝐞𝐳𝐳𝐚 𝐜𝐨𝐧 𝐜𝐮𝐢 𝐠𝐥𝐢 𝐚𝐫𝐫𝐞𝐬𝐭𝐚𝐭𝐢 𝐡𝐚𝐧𝐧𝐨 𝐟𝐢𝐮𝐭𝐚𝐭𝐨 𝐮𝐧 𝐠𝐫𝐚𝐧𝐝𝐞 𝐛𝐮𝐬𝐢𝐧𝐞𝐬𝐬 𝐫𝐢𝐮𝐬𝐜𝐞𝐧𝐝𝐨 𝐚 𝐯𝐢𝐧𝐜𝐞𝐫𝐞 𝐝𝐢𝐯𝐞𝐫𝐬𝐢 𝐛𝐚𝐧𝐝𝐢 𝐩𝐞𝐫 𝐟𝐨𝐫𝐧𝐢𝐫𝐞 𝐦𝐞𝐝𝐢𝐜𝐢 𝐞 𝐢𝐧𝐟𝐞𝐫𝐦𝐢𝐞𝐫𝐢 𝐚 𝐨𝐬𝐩𝐞𝐝𝐚𝐥𝐢 𝐞 𝐚𝐳𝐢𝐞𝐧𝐝𝐞 𝐬𝐚𝐧𝐢𝐭𝐚𝐫𝐢𝐞. 

😱 😱 𝐌𝐞𝐝𝐢𝐜𝐢 𝐜𝐡𝐞 𝐢𝐧 𝐫𝐞𝐚𝐥𝐭𝐚̀ 𝐞𝐫𝐚𝐧𝐨 𝐟𝐚𝐧𝐭𝐚𝐬𝐦𝐢: o perché non collaboravano con le società degli arrestati o perché manco sapevano di essere stati inseriti in un appalto. 

Il che manda spediti verso alcune domande: da più di un anno denunciamo che 𝐢𝐥 𝐟𝐞𝐧𝐨𝐦𝐞𝐧𝐨 𝐝𝐞𝐢 𝐠𝐞𝐭𝐭𝐨𝐧𝐢𝐬𝐭𝐢 𝐧𝐨𝐧 𝐬𝐨𝐥𝐨 𝐞̀ 𝐭𝐨𝐬𝐬𝐢𝐜𝐨 𝐦𝐚 𝐜𝐨𝐬𝐭𝐚 𝐮𝐧𝐚 𝐪𝐮𝐚𝐧𝐭𝐢𝐭𝐚̀ 𝐞𝐧𝐨𝐫𝐦𝐞 𝐝𝐢 𝐬𝐨𝐥𝐝𝐢 𝐝𝐞𝐢 𝐜𝐨𝐧𝐭𝐫𝐢𝐛𝐮𝐞𝐧𝐭𝐢. 

⚠️💶 𝐒𝐨𝐥𝐝𝐢 𝐜𝐡𝐞 𝐬𝐞𝐫𝐯𝐢𝐫𝐞𝐛𝐛𝐞𝐫𝐨 𝐩𝐞𝐫 𝐩𝐚𝐠𝐚𝐫𝐞 𝐦𝐞𝐠𝐥𝐢𝐨 𝐦𝐞𝐝𝐢𝐜𝐢 𝐞 𝐢𝐧𝐟𝐞𝐫𝐦𝐢𝐞𝐫𝐢 𝐝𝐞𝐥𝐥𝐚 𝐬𝐚𝐧𝐢𝐭𝐚̀ 𝐩𝐮𝐛𝐛𝐥𝐢𝐜𝐚, 𝐜𝐡𝐞 𝐢𝐧𝐯𝐞𝐜𝐞 𝐫𝐞𝐬𝐭𝐚𝐧𝐨 𝐚 𝐬𝐛𝐫𝐢𝐠𝐚𝐫𝐞 𝐭𝐮𝐭𝐭𝐨 𝐢𝐥 𝐛𝐫𝐮𝐭𝐭𝐨 𝐝𝐞𝐥 𝐥𝐚𝐯𝐨𝐫𝐨 𝐜𝐡𝐞 𝐢 𝐠𝐞𝐭𝐭𝐨𝐧𝐢𝐬𝐭𝐢 𝐬𝐢 𝐫𝐢𝐟𝐢𝐮𝐭𝐚𝐧𝐨 𝐝𝐢 𝐟𝐚𝐫𝐞. In tutti i casi, deve far riflettere che per prendere questi appalti sia bastato mandare, in sostanza, una lista di medici inesistenti e dei curriculum falsi. 

1️⃣❓ Che tipo di controlli sono stati eseguiti? 

2️⃣❓ Se concordiamo che prendere un medico gettonista non è come comprare un pacchetto di figurine, è stata fatta una verifica sui titoli realmente posseduti o è stata acquisita una conferma da parte dei professionisti? Lecito chiederselo, dato che 𝐬𝐨𝐧𝐨 𝐛𝐞𝐧 3️⃣9️⃣ 𝐥𝐞 𝐩𝐫𝐨𝐜𝐞𝐝𝐮𝐫𝐞 𝐚𝐝 𝐞𝐯𝐢𝐝𝐞𝐧𝐳𝐚 𝐩𝐮𝐛𝐛𝐥𝐢𝐜𝐚 𝐩𝐚𝐬𝐬𝐚𝐭𝐞 𝐬𝐨𝐭𝐭𝐨 𝐥𝐚 𝐥𝐞𝐧𝐭𝐞 𝐝𝐢 𝐢𝐧𝐠𝐫𝐚𝐧𝐝𝐢𝐦𝐞𝐧𝐭𝐨 𝐝𝐞𝐠𝐥𝐢 𝐢𝐧𝐪𝐮𝐢𝐫𝐞𝐧𝐭𝐢. 

3️⃣👌 In linea più generale, 𝐥’𝐢𝐧𝐜𝐡𝐢𝐞𝐬𝐭𝐚 𝐝𝐞𝐥𝐥𝐚 𝐏𝐫𝐨𝐜𝐮𝐫𝐚 𝐞̀ 𝐥’𝐨𝐜𝐜𝐚𝐬𝐢𝐨𝐧𝐞 𝐩𝐞𝐫 𝐭𝐨𝐫𝐧𝐚𝐫𝐞 𝐚 𝐝𝐢𝐬𝐜𝐮𝐭𝐞𝐫𝐞 𝐢𝐧𝐬𝐢𝐞𝐦𝐞 𝐚𝐥 𝐭𝐞𝐫𝐫𝐢𝐭𝐨𝐫𝐢𝐨 𝐝𝐞𝐥 𝐟𝐞𝐧𝐨𝐦𝐞𝐧𝐨 𝐠𝐞𝐭𝐭𝐨𝐧𝐢𝐬𝐭𝐢, 𝐝𝐞𝐢 𝐫𝐞𝐥𝐚𝐭𝐢𝐯𝐢 𝐜𝐨𝐬𝐭𝐢 𝐞 𝐝𝐞𝐥𝐥𝐞 𝐫𝐞𝐠𝐨𝐥𝐞 𝐝𝐢 𝐢𝐧𝐠𝐚𝐠𝐠𝐢𝐨 𝐩𝐞𝐫 𝐥𝐚 𝐥𝐨𝐫𝐨 𝐚𝐬𝐬𝐮𝐧𝐳𝐢𝐨𝐧𝐞. Da infermiere prima ancora che da sindacalista penso che sarebbe nell’interesse di tutti coloro che sono distanti anni luce dai metodi svelati dalle indagini”.

Comment on Facebook

Fanno tutti come vogliono Con i soldi degli italiani E non tutti zitti

Con quello che sono costati, potevano benissimo fare i necessari concorsi. E vogliamo parlare del numero chiuso alla facoltà di Medicina? A che pro?

Questi sono i risultati della dittatura sanitaria che voi avete sostenuto

E mai possibile che non ci sono oneste persone al mondo che schifezza ingalera tutti

Attenzione anche alle crescenti diseguaglianze fiscali....

E non dovrebbero pagare anche i vertici delle varie aziende sanitarie? Non sia mai.

Ringraziamo il governo!

Cazzarola! In ausl ci sono centinaia se non migliaia di dirigenti, sanitari, amministrativi, di dipartimento, di presidio, di quell'accidente che vi piglia, possibile che a nessuno sia venuto in mente di controllare "chi" pagavano profumatamente e perché? Ve lo darei io il premio di risultato, su e giù per la schiena

È una vergogna, creiamo continuamente cooperazioni su cooperazioni innalzando il costo finale e facendo guadagnare sta gente che ha inventato questo..da abolire immediatamente....vedrai che chi vuole stare in Italia lavora normalmente...

Ladroni!!

Se il sistema cooperativo è drogato, forse vale la pena di scioglierle tutte e andare verso un normale sistema di impresa di servizi!

I medici a gettone non devono esistere. Medici assunti e pagati il giusto.

Molti stranieri...ma hanno lauree valide???

Ma licenziati sti figliastri di ipocrate vergogna

View more comments

CALDO ESTREMO E LAVORO,
PROGRAMMARE I CANTIERI
E AVANTI TUTTA
COL PROTOCOLLO PROVINCIALE

Cinzia Zaniboni è la Segretaria generale di FILCA CISL Emilia Centrale e in questa intervista a Modena - Il Resto del Carlino è stata più che chiara:

📣 "𝐈𝐥 𝐥𝐚𝐯𝐨𝐫𝐨 𝐧𝐨𝐧 𝐩𝐮𝐨̀ 𝐞𝐬𝐬𝐞𝐫𝐞 𝐥’𝐚𝐧𝐭𝐢𝐜𝐚𝐦𝐞𝐫𝐚 𝐝𝐞𝐥𝐥’𝐢𝐧𝐟𝐞𝐫𝐧𝐨 e la mia categoria ha il 𝐝𝐨𝐯𝐞𝐫𝐞 𝐝𝐢 𝐩𝐫𝐨𝐭𝐞𝐠𝐠𝐞𝐫𝐞 𝐜𝐡𝐢 𝐥𝐚𝐯𝐨𝐫𝐚 𝐢𝐧 𝐮𝐧 𝐜𝐚𝐧𝐭𝐢𝐞𝐫𝐞 𝐨 𝐜𝐡𝐢 𝐩𝐨𝐬𝐚 𝐮𝐧 𝐚𝐬𝐟𝐚𝐥𝐭𝐨.

L’estate arriva tutti gli anni, il caldo è sempre più torrido e nessuno può più permettersi il lusso di essere impreparato.

𝐒𝐞𝐫𝐯𝐞 𝐮𝐧𝐨 𝐬𝐭𝐫𝐮𝐦𝐞𝐧𝐭𝐨 𝐜𝐨𝐧𝐝𝐢𝐯𝐢𝐬𝐨 𝐜𝐡𝐞 𝐬𝐜𝐚𝐭𝐭𝐢 𝐩𝐫𝐢𝐦𝐚 𝐝𝐞𝐥 𝐠𝐫𝐚𝐧𝐝𝐞 𝐜𝐚𝐥𝐝𝐨, 𝐧𝐨𝐧 𝐝𝐨𝐩𝐨. Per questo abbiamo sostenuto il protocollo presentato in Provincia di Modena, cui Cisl ha dato un forte impulso. 𝐎𝐫𝐚 𝐜𝐨𝐧𝐭𝐢𝐚𝐦𝐨 𝐬𝐮𝐢 𝐒𝐢𝐧𝐝𝐚𝐜𝐢 𝐝𝐞𝐥 𝐦𝐨𝐝𝐞𝐧𝐞𝐬𝐞 𝐩𝐞𝐫 𝐚𝐯𝐞𝐫𝐞 𝐢𝐥 𝐥𝐨𝐫𝐨 𝐯𝐢𝐚 𝐥𝐢𝐛𝐞𝐫𝐚.

👌 𝐋𝐚 𝐩𝐚𝐫𝐨𝐥𝐚 𝐦𝐚𝐠𝐢𝐜𝐚 𝐞̀ 𝐩𝐫𝐨𝐠𝐫𝐚𝐦𝐦𝐚𝐳𝐢𝐨𝐧𝐞 𝐝𝐞𝐢 𝐜𝐚𝐧𝐭𝐢𝐞𝐫𝐢, 𝐚 𝐜𝐨𝐦𝐢𝐧𝐜𝐢𝐚𝐫𝐞 𝐝𝐚 𝐪𝐮𝐞𝐥𝐥𝐢 𝐩𝐮𝐛𝐛𝐥𝐢𝐜𝐢.

🔥🫠 Quando si posa un asfalto, il bitume ha una temperatura dai 1️⃣0️⃣0️⃣° ai 1️⃣7️⃣0️⃣°.
✅ Occorre che nei periodi più caldi questi lavori siano eseguiti di notte e che questa richiesta sia contenuta nelle gare d’appalto.

IL RUOLO CHIAVE DEI COMUNI
I Comuni non possono girarsi dall’altra parte quando si parla di proteggere la sicurezza e la vita di chi lavora. E 𝐢 𝐂𝐨𝐦𝐮𝐧𝐢 𝐩𝐨𝐬𝐬𝐨𝐧𝐨 𝐦𝐞𝐭𝐭𝐞𝐫𝐞 𝐧𝐞𝐥𝐥𝐞 𝐥𝐨𝐫𝐨 𝐠𝐚𝐫𝐞 𝐩𝐮𝐧𝐭𝐞𝐠𝐠𝐢 𝐩𝐫𝐞𝐦𝐢𝐚𝐧𝐭𝐢 𝐩𝐞𝐫 𝐥𝐞 𝐢𝐦𝐩𝐫𝐞𝐬𝐞 𝐜𝐡𝐞 𝐨𝐟𝐟𝐫𝐨𝐧𝐨 𝐝𝐢 𝐞𝐬𝐞𝐠𝐮𝐢𝐫𝐞 𝐥𝐚 𝐩𝐨𝐬𝐚 𝐚𝐬𝐟𝐚𝐥𝐭𝐢 𝐝𝐢 𝐧𝐨𝐭𝐭𝐞 𝐨 𝐧𝐞𝐥𝐥𝐞 𝐨𝐫𝐞 𝐩𝐢𝐮̀ 𝐟𝐫𝐞𝐬𝐜𝐡𝐞, 𝐩𝐚𝐫𝐭𝐞𝐧𝐝𝐨 𝐚𝐥𝐥𝐞 𝟔 𝐝𝐞𝐥 𝐦𝐚𝐭𝐭𝐢𝐧𝐨, 𝐢𝐧𝐟𝐨𝐫𝐦𝐚𝐧𝐝𝐨 𝐚 𝐝𝐨𝐯𝐞𝐫𝐞 𝐥𝐚 𝐩𝐨𝐩𝐨𝐥𝐚𝐳𝐢𝐨𝐧𝐞 𝐩𝐞𝐫 𝐞𝐯𝐢𝐭𝐚𝐫𝐞 𝐥𝐚𝐦𝐞𝐧𝐭𝐞𝐥𝐞. Anche in edilizia Istituzioni e privati devono imparare a scrivere progetti e gare che tengano conto del caldo torrido nella stima dei tempi cantiere.

𝐋’𝐨𝐛𝐢𝐞𝐭𝐭𝐢𝐯𝐨 𝐝𝐞𝐯𝐞 𝐞𝐬𝐬𝐞𝐫𝐞 𝐬𝐯𝐨𝐥𝐠𝐞𝐫𝐞 𝐥’𝐨𝐫𝐚𝐫𝐢𝐨 𝐝𝐢 𝐥𝐚𝐯𝐨𝐫𝐨 𝐢𝐧 𝐦𝐨𝐝𝐨 𝐭𝐚𝐥𝐞 𝐜𝐡𝐞 𝐧𝐨𝐧 𝐬𝐢 𝐩𝐫𝐨𝐥𝐮𝐧𝐠𝐡𝐢 𝐧𝐞𝐥𝐥𝐞 𝐨𝐫𝐞 𝐩𝐞𝐠𝐠𝐢𝐨𝐫𝐢 𝐝𝐞𝐥 𝐠𝐢𝐨𝐫𝐧𝐨. La stessa Inps ha stabilito che oltre i 35° parliamo di temperature eccezionalmente elevate, che possono giustificare l’utilizzo della cassa integrazione. Cassa che sarebbe una misura estrema. Si può evitare, lo ripetiamo, programmano i cantieri.

Infine, proteggere i lavoratori è anche un fatto economico: a luglio e agosto 2023 le ore di malattia/infortunio sono state, rispettivamente, 29.193 e 25.018. Numeri impressionanti, poco sotto la media dei mesi invernali soggetti ai periodi influenzali.

Filca Cisl nazionale
... See MoreSee Less

CALDO ESTREMO E LAVORO, 
PROGRAMMARE I CANTIERI
E AVANTI TUTTA 
COL PROTOCOLLO PROVINCIALE

Cinzia Zaniboni è la Segretaria generale di FILCA CISL Emilia Centrale e in questa intervista a Modena - Il Resto del Carlino è stata più che chiara:

📣 𝐈𝐥 𝐥𝐚𝐯𝐨𝐫𝐨 𝐧𝐨𝐧 𝐩𝐮𝐨̀ 𝐞𝐬𝐬𝐞𝐫𝐞 𝐥’𝐚𝐧𝐭𝐢𝐜𝐚𝐦𝐞𝐫𝐚 𝐝𝐞𝐥𝐥’𝐢𝐧𝐟𝐞𝐫𝐧𝐨 e la mia categoria ha il 𝐝𝐨𝐯𝐞𝐫𝐞 𝐝𝐢 𝐩𝐫𝐨𝐭𝐞𝐠𝐠𝐞𝐫𝐞 𝐜𝐡𝐢 𝐥𝐚𝐯𝐨𝐫𝐚 𝐢𝐧 𝐮𝐧 𝐜𝐚𝐧𝐭𝐢𝐞𝐫𝐞 𝐨 𝐜𝐡𝐢 𝐩𝐨𝐬𝐚 𝐮𝐧 𝐚𝐬𝐟𝐚𝐥𝐭𝐨. 

L’estate arriva tutti gli anni, il caldo è sempre più torrido e nessuno può più permettersi  il lusso di essere impreparato. 

𝐒𝐞𝐫𝐯𝐞 𝐮𝐧𝐨 𝐬𝐭𝐫𝐮𝐦𝐞𝐧𝐭𝐨 𝐜𝐨𝐧𝐝𝐢𝐯𝐢𝐬𝐨 𝐜𝐡𝐞 𝐬𝐜𝐚𝐭𝐭𝐢 𝐩𝐫𝐢𝐦𝐚 𝐝𝐞𝐥 𝐠𝐫𝐚𝐧𝐝𝐞 𝐜𝐚𝐥𝐝𝐨, 𝐧𝐨𝐧 𝐝𝐨𝐩𝐨. Per questo abbiamo sostenuto il protocollo  presentato in Provincia di Modena, cui Cisl ha dato un forte impulso. 𝐎𝐫𝐚 𝐜𝐨𝐧𝐭𝐢𝐚𝐦𝐨 𝐬𝐮𝐢 𝐒𝐢𝐧𝐝𝐚𝐜𝐢 𝐝𝐞𝐥 𝐦𝐨𝐝𝐞𝐧𝐞𝐬𝐞 𝐩𝐞𝐫 𝐚𝐯𝐞𝐫𝐞 𝐢𝐥 𝐥𝐨𝐫𝐨 𝐯𝐢𝐚 𝐥𝐢𝐛𝐞𝐫𝐚. 

👌 𝐋𝐚 𝐩𝐚𝐫𝐨𝐥𝐚 𝐦𝐚𝐠𝐢𝐜𝐚 𝐞̀ 𝐩𝐫𝐨𝐠𝐫𝐚𝐦𝐦𝐚𝐳𝐢𝐨𝐧𝐞 𝐝𝐞𝐢 𝐜𝐚𝐧𝐭𝐢𝐞𝐫𝐢, 𝐚 𝐜𝐨𝐦𝐢𝐧𝐜𝐢𝐚𝐫𝐞 𝐝𝐚 𝐪𝐮𝐞𝐥𝐥𝐢 𝐩𝐮𝐛𝐛𝐥𝐢𝐜𝐢. 

🔥🫠 Quando si posa un asfalto, il bitume ha una temperatura dai 1️⃣0️⃣0️⃣° ai 1️⃣7️⃣0️⃣°. 
✅ Occorre che nei periodi più caldi questi lavori siano eseguiti di notte e che questa richiesta sia contenuta nelle gare d’appalto. 

IL RUOLO CHIAVE DEI COMUNI
I Comuni non possono girarsi dall’altra parte quando si parla di proteggere la sicurezza e la vita di chi lavora. E 𝐢 𝐂𝐨𝐦𝐮𝐧𝐢 𝐩𝐨𝐬𝐬𝐨𝐧𝐨 𝐦𝐞𝐭𝐭𝐞𝐫𝐞 𝐧𝐞𝐥𝐥𝐞 𝐥𝐨𝐫𝐨 𝐠𝐚𝐫𝐞 𝐩𝐮𝐧𝐭𝐞𝐠𝐠𝐢 𝐩𝐫𝐞𝐦𝐢𝐚𝐧𝐭𝐢 𝐩𝐞𝐫 𝐥𝐞 𝐢𝐦𝐩𝐫𝐞𝐬𝐞 𝐜𝐡𝐞 𝐨𝐟𝐟𝐫𝐨𝐧𝐨 𝐝𝐢 𝐞𝐬𝐞𝐠𝐮𝐢𝐫𝐞 𝐥𝐚 𝐩𝐨𝐬𝐚 𝐚𝐬𝐟𝐚𝐥𝐭𝐢 𝐝𝐢 𝐧𝐨𝐭𝐭𝐞 𝐨 𝐧𝐞𝐥𝐥𝐞 𝐨𝐫𝐞 𝐩𝐢𝐮̀ 𝐟𝐫𝐞𝐬𝐜𝐡𝐞, 𝐩𝐚𝐫𝐭𝐞𝐧𝐝𝐨 𝐚𝐥𝐥𝐞 𝟔 𝐝𝐞𝐥 𝐦𝐚𝐭𝐭𝐢𝐧𝐨, 𝐢𝐧𝐟𝐨𝐫𝐦𝐚𝐧𝐝𝐨 𝐚 𝐝𝐨𝐯𝐞𝐫𝐞 𝐥𝐚 𝐩𝐨𝐩𝐨𝐥𝐚𝐳𝐢𝐨𝐧𝐞 𝐩𝐞𝐫 𝐞𝐯𝐢𝐭𝐚𝐫𝐞 𝐥𝐚𝐦𝐞𝐧𝐭𝐞𝐥𝐞. Anche in edilizia Istituzioni e privati devono imparare a scrivere progetti e gare che tengano conto  del caldo torrido nella stima dei tempi cantiere. 

𝐋’𝐨𝐛𝐢𝐞𝐭𝐭𝐢𝐯𝐨 𝐝𝐞𝐯𝐞 𝐞𝐬𝐬𝐞𝐫𝐞 𝐬𝐯𝐨𝐥𝐠𝐞𝐫𝐞 𝐥’𝐨𝐫𝐚𝐫𝐢𝐨 𝐝𝐢 𝐥𝐚𝐯𝐨𝐫𝐨 𝐢𝐧 𝐦𝐨𝐝𝐨 𝐭𝐚𝐥𝐞 𝐜𝐡𝐞 𝐧𝐨𝐧 𝐬𝐢 𝐩𝐫𝐨𝐥𝐮𝐧𝐠𝐡𝐢 𝐧𝐞𝐥𝐥𝐞 𝐨𝐫𝐞 𝐩𝐞𝐠𝐠𝐢𝐨𝐫𝐢 𝐝𝐞𝐥 𝐠𝐢𝐨𝐫𝐧𝐨. La stessa Inps ha stabilito che oltre i 35° parliamo di temperature eccezionalmente elevate, che possono giustificare l’utilizzo della cassa integrazione. Cassa che sarebbe una misura estrema. Si può evitare, lo ripetiamo, programmano i cantieri.

Infine, proteggere i lavoratori è anche un fatto economico: a luglio e agosto 2023 le ore di malattia/infortunio sono state, rispettivamente, 29.193 e 25.018. Numeri impressionanti, poco sotto la media dei mesi invernali soggetti ai periodi influenzali.

Filca Cisl nazionale

Comment on Facebook

@follower

Ottimo

È giusto che certi lavori vadano fatti nelle ore più fresche non trovo giusto che tutto si debba badare sui soldi basta una legge seria e chi non la rispetta una sana multa e sospensione della licenza x 6, mesi

È corretto fare lavorare le persone nelle ore più fresche non è corretto badare tutto sui soldi premiando le aziende ci vuole una legge seria che decide quali lavori vanno fatti di notte chi non la rispetta una bella multa e sospensione della licenza x 6mesi così si tutela il lavoratore

Poi xchè i comuni ?visto che sono soldi dei cittadini !!!!non ci vuole un premio ma il buonsenso.quando si fa' un appalto mettere subito in chiaro a che ora inizia e finisce il lavoro

Sarebbe giusto,come i lavori per le strade fatti di notte..ma li i sindacati si oppongono,sempre e solo tante parole al vento

Perché a Rimini hanno aperto il cantiere x fare il parcheggio in piena estate??? Non abbiamo più strade !! Tutto un cantiere. Vi sembra una cosa buona x chi lavora e x il turismo che ormai non c’è più??

Chi ha viaggiato!! Ha visto che in molti paesi lavorano di notte!!! Sarebbe cosa buona e giusta !!

View more comments

“Solidarietà della Cisl ad Andrea Joly giornalista del quotidiano La Stampa per la grave ed incivile aggressione subita ieri sera. Un atto di violenza che va condannato senza divisioni ed attenuanti, oltre ad individuare e punire i responsabili”.

Luigi Sbarra
... See MoreSee Less

“Solidarietà della Cisl ad Andrea Joly giornalista del quotidiano La Stampa per la grave ed incivile aggressione subita ieri sera. Un atto di violenza che va condannato senza divisioni ed  attenuanti, oltre ad individuare e punire i responsabili”.

Luigi Sbarra

#autonomiadifferenziata
Filippo Pieri, Segretario Generale Cisl Emilia Romagna:
𝐁𝐀𝐒𝐓𝐀 𝐓𝐎𝐍𝐈 𝐀𝐏𝐎𝐂𝐀𝐋𝐈𝐓𝐓𝐈𝐂𝐈 𝐄 𝐓𝐑𝐈𝐎𝐍𝐅𝐀𝐋𝐈𝐒𝐌𝐈:
𝐄𝐍𝐓𝐑𝐈𝐀𝐌𝐎 𝐍𝐄𝐋 𝐌𝐄𝐑𝐈𝐓𝐎 𝐄 𝐂𝐎𝐍𝐅𝐑𝐎𝐍𝐓𝐈𝐀𝐌𝐎𝐂𝐈
𝐏𝐄𝐑 𝐓𝐑𝐀𝐅𝐎𝐑𝐌𝐀𝐑𝐋𝐀 𝐈𝐍 𝐔𝐍'𝐎𝐏𝐏𝐎𝐑𝐓𝐔𝐍𝐈𝐓𝐀'

🤔𝐌𝐚 𝐜𝐨𝐦𝐞 𝐬𝐢 𝐞̀ 𝐚𝐫𝐫𝐢𝐯𝐚𝐭𝐢 𝐚𝐥𝐥'𝐚𝐮𝐭𝐨𝐧𝐨𝐦𝐢𝐚 𝐝𝐢𝐟𝐟𝐞𝐫𝐞𝐧𝐳𝐢𝐚𝐭𝐚?
Un percorso partito nel 2001 con la '𝐑𝐢𝐟𝐨𝐫𝐦𝐚 𝐝𝐞𝐥 𝐓𝐢𝐭𝐨𝐥𝐨 𝐕 𝐝𝐞𝐥𝐥𝐚 𝐂𝐨𝐬𝐭𝐢𝐭𝐮𝐳𝐢𝐨𝐧𝐞', poi nel 𝟐𝟎𝟏𝟖 𝐋𝐨𝐦𝐛𝐚𝐫𝐝𝐢𝐚, 𝐕𝐞𝐧𝐞𝐭𝐨 ed 𝐄𝐦𝐢𝐥𝐢𝐚 𝐑𝐨𝐦𝐚𝐠𝐧𝐚 …

🤔 Quali sono 𝐥𝐞 𝐭𝐫𝐞 𝐜𝐨𝐬𝐞 𝐟𝐨𝐧𝐝𝐚𝐦𝐞𝐧𝐭𝐚𝐥𝐢 𝐝𝐚 𝐟𝐚𝐫𝐞 prima di arrivare a qualsiasi accordo tra 𝐆𝐨𝐯𝐞𝐫𝐧𝐨 𝐞 𝐑𝐞𝐠𝐢𝐨𝐧𝐢?

✅𝐃𝐞𝐟𝐢𝐧𝐢𝐫𝐞 𝐞 𝐟𝐢𝐧𝐚𝐧𝐳𝐢𝐚𝐫𝐞 𝐢 𝐋𝐞𝐩
✅𝐅𝐨𝐧𝐝𝐨 𝐝𝐢 𝐩𝐞𝐫𝐞𝐪𝐮𝐚𝐳𝐢𝐨𝐧𝐞 𝐟𝐢𝐬𝐜𝐚𝐥𝐞 𝐩𝐞𝐫 𝐥𝐞 𝐑𝐞𝐠𝐢𝐨𝐧𝐢 𝐢𝐧 𝐝𝐢𝐟𝐟𝐢𝐜𝐨𝐥𝐭𝐚̀
✅𝐒𝐮𝐩𝐞𝐫𝐚𝐫𝐞 𝐢𝐥 𝐜𝐨𝐧𝐜𝐞𝐭𝐭𝐨 𝐝𝐢 𝐬𝐩𝐞𝐬𝐚 𝐬𝐭𝐨𝐫𝐢𝐜𝐚 𝐚 𝐟𝐚𝐯𝐨𝐫𝐞 𝐝𝐞𝐥𝐥𝐚 𝐬𝐩𝐞𝐬𝐚 𝐬𝐭𝐚𝐧𝐝𝐚𝐫𝐝

🎧Per saperne di più su un tema che viene da lontano e di cui tutti parlano, ascolta l'intervista del nostro segretario generale a #lafinestrasuifatti, su Radio Flyweb
👉https://tinyurl.com/3ppyttze#autonomiadifferenziata Filippo Pieri 🗣:𝐁𝐀𝐒𝐓𝐀 𝐓𝐎𝐍𝐈 𝐀𝐏𝐎𝐂𝐀𝐋𝐈𝐓𝐓𝐈𝐂𝐈 𝐄 𝐓𝐑𝐈𝐎𝐍𝐅𝐀𝐋𝐈𝐒𝐌𝐈 𝐈𝐍𝐆𝐈𝐔𝐒𝐓𝐈𝐅𝐈𝐂𝐀𝐓𝐈: 𝐄𝐍𝐓𝐑𝐈𝐀𝐌𝐎 𝐍𝐄𝐋 𝐌𝐄𝐑𝐈𝐓𝐎 𝐄 𝐂𝐎𝐍𝐅𝐑𝐎𝐍𝐓𝐈𝐀𝐌𝐎𝐂𝐈 𝐏𝐄𝐑 𝐓𝐑𝐀𝐅𝐎𝐑𝐌𝐀𝐑𝐋𝐀 𝐈𝐍 𝐔𝐍'𝐎𝐏𝐏𝐎𝐑𝐓𝐔𝐍𝐈𝐓𝐀'

🤔𝐌𝐚 𝐜𝐨𝐦𝐞 𝐬𝐢 𝐞̀ 𝐚𝐫𝐫𝐢𝐯𝐚𝐭𝐢 𝐚𝐥𝐥'𝐚𝐮𝐭𝐨𝐧𝐨𝐦𝐢𝐚 𝐝𝐢𝐟𝐟𝐞𝐫𝐞𝐧𝐳𝐢𝐚𝐭𝐚? Un percorso partito nel 2001 con la '𝐑𝐢𝐟𝐨𝐫𝐦𝐚 𝐝𝐞𝐥 𝐓𝐢𝐭𝐨𝐥𝐨 𝐕 𝐝𝐞𝐥𝐥𝐚 𝐂𝐨𝐬𝐭𝐢𝐭𝐮𝐳𝐢𝐨𝐧𝐞', poi nel 𝟐𝟎𝟏𝟖 𝐋𝐨𝐦𝐛𝐚𝐫𝐝𝐢𝐚, 𝐕𝐞𝐧𝐞𝐭𝐨 ed 𝐄𝐦𝐢𝐥𝐢𝐚 𝐑𝐨𝐦𝐚𝐠𝐧𝐚 …

🤔 Quali sono 𝐥𝐞 𝐭𝐫𝐞 𝐜𝐨𝐬𝐞 𝐟𝐨𝐧𝐝𝐚𝐦𝐞𝐧𝐭𝐚𝐥𝐢 𝐝𝐚 𝐟𝐚𝐫𝐞 prima di arrivare a qualsiasi accordo tra 𝐆𝐨𝐯𝐞𝐫𝐧𝐨 𝐞 𝐑𝐞𝐠𝐢𝐨𝐧𝐢?
✅𝐃𝐞𝐟𝐢𝐧𝐢𝐫𝐞 𝐞 𝐟𝐢𝐧𝐚𝐧𝐳𝐢𝐚𝐫𝐞 𝐢 𝐋𝐞𝐩
✅𝐅𝐨𝐧𝐝𝐨 𝐝𝐢 𝐩𝐞𝐫𝐞𝐪𝐮𝐚𝐳𝐢𝐨𝐧𝐞 𝐟𝐢𝐬𝐜𝐚𝐥𝐞 𝐩𝐞𝐫 𝐥𝐞 𝐑𝐞𝐠𝐢𝐨𝐧𝐢 𝐢𝐧 𝐝𝐢𝐟𝐟𝐢𝐜𝐨𝐥𝐭𝐚̀
✅𝐒𝐮𝐩𝐞𝐫𝐚𝐫𝐞 𝐢𝐥 𝐜𝐨𝐧𝐜𝐞𝐭𝐭𝐨 𝐝𝐢 𝐬𝐩𝐞𝐬𝐚 𝐬𝐭𝐨𝐫𝐢𝐜𝐚 𝐚 𝐟𝐚𝐯𝐨𝐫𝐞 𝐝𝐞𝐥𝐥𝐚 𝐬𝐩𝐞𝐬𝐚 𝐬𝐭𝐚𝐧𝐝𝐚𝐫𝐝

🎧Per saperne di più su un tema che viene da lontano e di cui tutti parlano, ascolta l'intervista del segretario generale della Cisl ER a #lafinestrasuifatti, su Radio Flyweb 👉https://tinyurl.com/3ppyttze

CISL Confederazione Italiana Sindacati Lavoratori Cisl Area Metropolitana Bolognese Cisl Emilia Centrale Cisl Ferrara Cisl Parma Piacenza Cisl Romagna FNP CISL Emilia Romagna
... See MoreSee Less

#autonomiadifferenziata 
Filippo Pieri, Segretario Generale Cisl Emilia Romagna:
𝐁𝐀𝐒𝐓𝐀 𝐓𝐎𝐍𝐈 𝐀𝐏𝐎𝐂𝐀𝐋𝐈𝐓𝐓𝐈𝐂𝐈 𝐄 𝐓𝐑𝐈𝐎𝐍𝐅𝐀𝐋𝐈𝐒𝐌𝐈: 
𝐄𝐍𝐓𝐑𝐈𝐀𝐌𝐎 𝐍𝐄𝐋 𝐌𝐄𝐑𝐈𝐓𝐎 𝐄 𝐂𝐎𝐍𝐅𝐑𝐎𝐍𝐓𝐈𝐀𝐌𝐎𝐂𝐈 
𝐏𝐄𝐑 𝐓𝐑𝐀𝐅𝐎𝐑𝐌𝐀𝐑𝐋𝐀 𝐈𝐍 𝐔𝐍𝐎𝐏𝐏𝐎𝐑𝐓𝐔𝐍𝐈𝐓𝐀

🤔𝐌𝐚 𝐜𝐨𝐦𝐞 𝐬𝐢 𝐞̀ 𝐚𝐫𝐫𝐢𝐯𝐚𝐭𝐢 𝐚𝐥𝐥𝐚𝐮𝐭𝐨𝐧𝐨𝐦𝐢𝐚 𝐝𝐢𝐟𝐟𝐞𝐫𝐞𝐧𝐳𝐢𝐚𝐭𝐚? 
Un percorso partito nel 2001 con la 𝐑𝐢𝐟𝐨𝐫𝐦𝐚 𝐝𝐞𝐥 𝐓𝐢𝐭𝐨𝐥𝐨 𝐕 𝐝𝐞𝐥𝐥𝐚 𝐂𝐨𝐬𝐭𝐢𝐭𝐮𝐳𝐢𝐨𝐧𝐞, poi nel 𝟐𝟎𝟏𝟖 𝐋𝐨𝐦𝐛𝐚𝐫𝐝𝐢𝐚, 𝐕𝐞𝐧𝐞𝐭𝐨 ed 𝐄𝐦𝐢𝐥𝐢𝐚 𝐑𝐨𝐦𝐚𝐠𝐧𝐚 …

🤔 Quali sono 𝐥𝐞 𝐭𝐫𝐞 𝐜𝐨𝐬𝐞 𝐟𝐨𝐧𝐝𝐚𝐦𝐞𝐧𝐭𝐚𝐥𝐢 𝐝𝐚 𝐟𝐚𝐫𝐞 prima di arrivare a qualsiasi accordo tra 𝐆𝐨𝐯𝐞𝐫𝐧𝐨 𝐞 𝐑𝐞𝐠𝐢𝐨𝐧𝐢?

✅𝐃𝐞𝐟𝐢𝐧𝐢𝐫𝐞 𝐞 𝐟𝐢𝐧𝐚𝐧𝐳𝐢𝐚𝐫𝐞 𝐢 𝐋𝐞𝐩
✅𝐅𝐨𝐧𝐝𝐨 𝐝𝐢 𝐩𝐞𝐫𝐞𝐪𝐮𝐚𝐳𝐢𝐨𝐧𝐞 𝐟𝐢𝐬𝐜𝐚𝐥𝐞 𝐩𝐞𝐫 𝐥𝐞 𝐑𝐞𝐠𝐢𝐨𝐧𝐢 𝐢𝐧 𝐝𝐢𝐟𝐟𝐢𝐜𝐨𝐥𝐭𝐚̀
✅𝐒𝐮𝐩𝐞𝐫𝐚𝐫𝐞 𝐢𝐥 𝐜𝐨𝐧𝐜𝐞𝐭𝐭𝐨 𝐝𝐢 𝐬𝐩𝐞𝐬𝐚 𝐬𝐭𝐨𝐫𝐢𝐜𝐚 𝐚 𝐟𝐚𝐯𝐨𝐫𝐞 𝐝𝐞𝐥𝐥𝐚 𝐬𝐩𝐞𝐬𝐚 𝐬𝐭𝐚𝐧𝐝𝐚𝐫𝐝

🎧Per saperne di più su un tema che viene da lontano e di cui tutti parlano, ascolta lintervista del nostro segretario generale a #lafinestrasuifatti, su Radio Flyweb 
👉https://tinyurl.com/3ppyttze
Load more
Comments Box SVG iconsUsed for the like, share, comment, and reaction icons

Facebook Videos

Cisl Emilia Centrale

Sito ufficiale

Siamo un sindacato, cioè un’organizzazione che si occupa della protezione dei lavoratori e pensionati. Siamo a disposizione dei cittadini per assisterli non solo nel mondo del lavoro, ma anche nella vita sociale e culturale nel territorio.

Attraverso le nostre strutture di categoria rappresentiamo e difendiamo i lavoratori di tutti i settori produttivi privati e pubblici, i pensionati, i disoccupati, i  lavoratori poveri ed atipici.

Siamo un’organizzazione che fonda le proprie radici nel cattolicesimo democratico e nel riformismo laico e tuteliamo gli interessi di tutte le persone che a noi aderiscono, senza alcuna pregiudiziale politica, religiosa o etnica, in un libero spazio di confronto e di crescita, avendo sempre a cuore la coesione sociale ed il bene comune.

I nostri valori fondamentali sono la centralità della persona, l’autonomia, la contrattazione, la democrazia, la partecipazione e la  solidarietà.

Ispirandoci a essi cerchiamo di fornire risposte concrete e soluzioni efficaci ai problemi dei cittadini che si rivolgono ai nostri delegati, operatori e dirigenti nei luoghi di lavoro e nelle nostre sedi.

Le nostre sedi

Dove siamo

Abbiamo quarantatre sedi sparse nel territorio per poter venire incontro alle esigenze dei cittadini. Trova quella più vicina a te!

Convenzioni

Scarica il libretto con le convenzioni per gli iscritti Cisl Emilia Centrale



CISL Emilia Centrale © Copyright 2014 - 2022

cislemiliacentrale.it
ust.emiliacentrale@cisl.it

Modena

Indirizzo: via Emilia Ovest 101, Modena
Tel: 059 890811 

Reggio Emila

Indirizzo: via Turri 69, Reggio Emilia
Tel: 0522 357411

Cerca nel sito
Convenzioni