Con l’orecchio fa il mestiere più bello del mondo e batte il Parmigiano Reggiano. Ecco perché serve anche il sindacato

Il mestiere più bello del mondo passa, anche, attraverso il sindacato. Davide Campana, 51 anni, Rsu Fai Cisl Emilia Centrale da 8 anni, per lavorare, deve usare l’udito. Suo, infatti, il compito di “battere” a mano 1.000 -1.500 forme ogni giorno del formaggio più buono del mondo, il Parmigiano Reggiano. Uno dei due formaggi (l’altro è l’Emmental) che, a livello planetario, richiedono appunto l’udito per essere valutati. Sono solo 20 in Italia i battitori come lui. E da alcune settimane hanno un nuovo contratto aziendale.

Campana è esperto battitore da 17 anni, suo è il compito di individuare, per conto del Consorzio Parmigiano Reggiano, la presenza di eventuali difetti. Ogni forma viene “picchiata” con l’apposito martello: se passerà l’esame potrà essere immessa sul mercato col noto nome al pari delle altre 3.650.000 forme prodotte, per un valore della produzione complessivo di 1,3 miliardi di euro.

Come si arriva a praticare questo mestiere?

Affiancando un esperto per diversi mesi, carpendone esperienza e segreti. Ed, essendo giovani, pronti a rilevare i suoni del formaggio”.

Dove si svolge?

“In tutti gli stabilimenti dove si produce Parmigiano Reggiano nel comprensorio di produzione che fa da Bologna in sinistra Reno a Parma, da Reggio Emilia e Modena sino a Mantova in destra Po”.

Cosa ha di particolare?

“E’ un mestiere che in pochi al mondo fanno, risale ai tempi antichi ed è un privilegio svolgerlo”.

Come ci si allena?

“Quotidianamente sulle singole forme. Ma queste non sono sempre uguali dato che ogni casaro ha la sua ricetta e ogni magazzino è diverso e il prodotto risponde diversamente. Per questo ogni tanto – svela un segreto – tagliamo qualche forma per vedere se l’orecchio è allineato a quanto c’è effettivamente all’interno della forma”.

Il miglior mestiere del mondo?

“Non lo cambierei con nessun altro: ne traggo molte soddisfazioni, per me lo è”.

Quali le difficoltà?

“Convincere la persona a cui stiamo espertizzando il prodotto che noi stiamo facendo la cosa giusta. L’impegno sindacale, per altro, è a tutela del nostro lavoro”.

“Il settore agro-alimentare del nostro territorio – aggiunge Vittorio Daviddi, segretario Fai Cisl Emilia Centrale – ha nel Parmigiano Reggiano uno dei suoi punti di forza, capace di dare valore con la sua filiera ad un intero comprensorio. Il nuovo contratto per i dipendenti del Consorzio Parmigiano Reggiano, recentemente rinnovato unitariamente, riguarda una sessantina di dipendenti – una ventina i battitori – del Consorzio. Esso porta nuove tutele in fatto di flessibilità e welfare aziendale, più diritti e miglior trattamento economico. Credo sia anche a garanzia non solo dei produttori e della filiera (che coinvolge complessivamente circa 50 mila persone), ma anche dei milioni di consumatori nel mondo”.

“Infine – conclude Daviddi – proprio in questi giorni si sta discutendo con le controparti cooperative, il rinnovo dell’accordo integrativo del contratto dei dipendenti dei caseifici cooperativi operanti nella zona di produzione del formaggio Parmigiano-Reggiano: tutelare i lavoratori significa tutelare il prodotto stesso”.

Con l’orecchio fa il mestiere più bello del mondo e batte il Parmigiano Reggiano. Ecco perché serve anche il sindacato2019-03-24T12:54:04+00:00

Vittoria della Cisl Scuola: il commento di Mariarita Bortolani

Dopo tre anni dalle ultime consultazioni Rsu nella Scuola, la Cisl Fsur (Federazione scuola, università e ricerca) si conferma il primo sindacato sfiorando il 43% dei consensi e con oltre 2700 voti.  “Un risultato  che, ovviamente gratifica, ma che, altrettanto implica impegno, costanza, determinazione. Non è che da oggi si parta…. si prosegue il cammino – commenta Mariarita Bortolani segreteria Cisl Scuola Emilia Centrale sede di Reggio Emilia –. Ovviamente il primo grazie va rivolto alle tante candidate e candidati (250 presenti in tutte le 67 istituzioni scolastiche), e, poi,  a tutti coloro che hanno manifestato la loro fiducia, la propria attestazione di stima, un mandato. La Cisl Scuola da sempre considera la contrattazione come un momento rilevante  dell’azione sindacale facendone  un tratto distintivo della sua identità. Le relazioni sindacali, sono momenti importanti di partecipazione, di rappresentanza e tutela per chi lavora, a partire dalla chiara definizione dei diritti e dei doveri di ciascuno”.

Nella foto Monica Leonardi e Mariarita Bortolani con la segreteria Nazionale Maddalena Gissi

“Come abbiamo sostenuto durante la campagna elettorale – prosegue la Bertolani -, è importante che emerga  il significato più alto e vero di un appuntamento elettorale che non può ridursi solo a una competizione fra sigle sindacali.  Ciò che più conta, rinnovando le Rsu è rafforzare il senso e il valore di una presenza sindacale di immediata prossimità al luogo di lavoro. Una presenza vicina ai problemi, concreta e costruttiva perché animata dal vissuto dell’esperienza professionale;  capace di dialogare, di confrontarsi, di portare il proprio contributo nei luoghi di lavoro. Abbiamo sempre accettato le sfide che la politica e la complessità della scuola ci ponevano dinanzi, con proposte, iniziative, formazione, con la presenza sul territorio, costante, per le innumerevoli e continue scadenze  (graduatorie, trasferimenti, concorsi, consulenze, contenziosi  ..) e per le contrattazioni, capillari, in ogni Istituzione Scolastica. Questo voto, che attesta ancora una volta la Cisl al primo posto,  conferma che il contatto con le persone – non si tratta di sole tessere, di semplici iscritti – l’ascolto, che a volte può sembrare frettoloso per le tante richieste e i vari adempimenti, è ciò che avvicina il Sindacato alla gente, ai luoghi di lavoro, con senso di responsabilità e coerenza”.

 

 

 

Vittoria della Cisl Scuola: il commento di Mariarita Bortolani2018-04-23T05:43:57+00:00

Rinnovo #Rsu nella #scuola: la #Cisl a Reggio è la prima in regione #RsuDay2018

Spicca, nel pubblico impiego, nel settore con il maggior numero di votanti, la scuola, la vittoria della lista della Cisl Scuola Emilia Centrale. E’ proprio a Reggio, infatti, che la Cisl Fsur (Federazione Scuola Università Ricerca) è la prima lista per voti. Quanto acquisito dello spoglio delle schede per il rinnovo delle Rsu conferma l’elevata rappresentatività della categoria con punte di preferenza di oltre il 42%. Un dato che conferma quello di tre anni fa. Gli aventi diritto al voto in provincia erano 9.455 e a voltare si sono recati in 6.498 (6319 voti validi). La Cisl (42,77% dei voti) ottiene 98 Rsu, la Cgil 70 Rsu (30,51% dei voti), la Uil 32 (15%), lo Sgb  7 (2,66%), Anief 6 (4,11%%), Gilda 5 (2,9%), Snals (0,88%).

Monica Leonardi, segretaria generale aggiunta Cisl Scuola Emilia Centrale

«Ringrazio per la collaborazione data nella campagna Rsu – commenta Monica Leonardi, segretaria generale aggiunta della Cisl Scuola Emilia Centrale – tutti i candidati/e che si sono messi in gioco in prima persona per la nostra organizzazione e al nostro staff, i componenti di commissione e gli scrutatori che hanno garantito lo svolgimento delle operazioni di voto. Naturalmente un grande grazie a tutti coloro che ci hanno votato e sostenuto garantendoci la rappresentatività. Per noi essere il primo sindacato a Reggio significa essere dalla parte dei lavoratori nella difesa del lavoro e dei diritti, testimoni di quei valori che da sempre ci caratterizzano: l’attenzione alla persona e alla comunità scolastica. E’ questa la nostra forza».

Antonietta Cozzo, segretaria generale Cisl Scuola Emilia Centrale

Palese la soddisfazione della segretaria generale, Antonietta Cozzo, che ha dichiarato: «ora metteremo in campo il massimo sostegno alle Rsu elette per tradurre in azioni concrete a favore di tutto il settore scuola ciò che i lavoratori hanno dimostrato e hanno chiesto votando i candidati e le liste Cisl Fsur (Federazione Scuola Università Ricerca)».

Rinnovo #Rsu nella #scuola: la #Cisl a Reggio è la prima in regione #RsuDay20182018-04-23T05:45:45+00:00

Elezioni per il rinnovo delle #Rsu, la #CislFp vince nella Sanità, in Provincia e in due Unioni #Rsu2018

Giungono in tardo pomeriggio i primi risultati dello spoglio che ha chiamato al voto quasi 16.000 lavoratori nel pubblico impiego per il rinnovo delle Rappresentanze sindacali unitarie. Un voto iniziato il 17 e conclusosi il 19 aprile.

La lista presentata da Cisl Fp Emilia Centrale è il primo sindacato della sanità reggiana, migliorando così il già ottimo risultato del 2015. E’ quanto si apprende del termine dello spoglio delle schede: in particolare, alle elezioni presso l’Azienda Usl di Reggio Emilia, si assommano voti dei lavoratori dell’Arcispedale  S. Maria Nuova assieme a quelli della precedente Ausl per la fusione avvenuta il 1° luglio 2017.

Complessivamente la lista della Cisl Fp ha ottenuto oltre 1400 voti su poco più di 3000 votanti. 7 erano le liste presentate.

La Cisl Fp cresce come consensi anche negli enti locali, con un ottimo risultato presso il Comune di Reggio dove si conferma seconda lista per voti (164 voti, in aumento sulle precedenti elezioni), aumentando le Rsu, mentre rimane il primo sindacato nella Provincia di Reggio Emilia (75 voti), mantenendo la maggioranza assoluta dei voti e delle Rsu.

Soddisfazione anche per l’ottimo risultato all’Asp Reggio Emilia (111 voti), città delle persone, dove a fronte di un calo dei votanti, la Cisl aumenta di poco i propri voti. E’ la seconda lista con un aumento percentuale importante.

Ad oggi la Cisl è il primo sindacato all’Unione Colline Matildiche e Unione Val d’Enza. Confermata la maggioranza delle Rsu anche nel Comune di Guastalla.

Soddisfazione in via Turri, presso la sede della Cisl Fp, dove il segretario generale Davide Battini, assieme alla segreteria e ai vari candidati, sta monitorando i risultati degli spogli. “Un risultato che ci riempie di orgoglio – commentata Battini – e per il quale mi sento di ringraziare i tantissimi candidati che si sono messi in gioco. Ribadiamo il nostro impegno per applicare i nuovi contratti a beneficio dei lavoratori”.

 

Elezioni per il rinnovo delle #Rsu, la #CislFp vince nella Sanità, in Provincia e in due Unioni #Rsu20182018-04-23T05:45:10+00:00
Torna in cima