ACER: ASSEMBLEA LAVORATORI MODENA IN VISTA SCIOPERO 20 FEBBRAIO

|

Scioperano iI prossimo 20 febbraio in tutta Italia gli addetti alla gestione dell’edilizia pubblica. La protesta è indetta da Cgil Cisl Uil per sollecitare il rinnovo del contratto nazionale Federcasa.

Per preparare la giornata di sciopero, ieri si è svolta a Modena un’assemblea degli ottanta dipendenti modenesi di Acer (Azienda Casa dell’Emilia-Romagna).

Livio Lomartire (Cisl Fp Emilia Centrale)

«Al tavolo nazionale Federcasa ha risposto picche alle nostre richieste di incrementi economici dignitosi per rinnovare il contratto, scaduto per la parte economica da oltre due anni e per quella normativa da oltre sei – spiegano Giada Catanoso (Fp Cgil Modena) e Livio Lomartire (Cisl Funzione pubblica Emilia Centrale) – Ci hanno detto no sostenendo che le risorse servono per manutenere e mettere in sicurezza le case popolari.

Riteniamo molto gravi i tentativi della parte datoriale di contrapporre le nostre rivendicazioni salariali per i lavoratori con i bisogni e le fragilità degli inquilini.
In questo modo si rischia di alimentare uno scontro dannoso, ma soprattutto si denota la mancata consapevolezza di quanto il capitale umano e la sua giusta valorizzazione anche economica siano un fattore determinante nel lavoro in ambito sociale».

I sindacati sottolineano che i problemi dell’edilizia residenziale pubblica sono numerosi anche in provincia di Modena e che i lavoratori, adoperandosi ogni giorno per garantire il diritto alla casa messo sempre più in discussione, sono parte della soluzione, non certo il problema.
Per questo i sindacati chiedono il riconoscimento e la valorizzazione della professionalità dei lavoratori e incrementi salariali che tutelino il potere d’acquisto dopo anni di inflazione elevata.

«Ci attendiamo un intervento politico delle amministrazioni pubbliche regionali e comunali vista la fondamentale importanza che l’edilizia residenziale pubblica riveste per il nostro Paese – dicono Catanoso e Lomartire –

In un periodo storico in cui l’emergenza abitativa cresce di giorno in giorno, le risposte dovrebbero passare innanzitutto da un rafforzamento delle politiche abitative, attraverso servizi pubblici e strutture, come Acer, che con il lavoro dei propri dipendenti – concludono Fp Cgil e Cisl Fp – si prendono cura ogni giorno del patrimonio residenziale pubblico».

Condividi questo articolo



CISL Emilia Centrale © Copyright 2014 - 2022

cislemiliacentrale.it
ust.emiliacentrale@cisl.it

Modena

Indirizzo: via Emilia Ovest 101, Modena
Tel: 059 890811 

Reggio Emila

Indirizzo: via Turri 69, Reggio Emilia
Tel: 0522 357411

Cerca nel sito
Convenzioni