IPERCERAMICA, RINNOVO DEL CONTRATTO AZIENDALE. AUMENTI SALARIALI E PIU’ DIRITTI PER OLTRE  200 ADDETTI

|

E’ stato approvato nelle assemblee di ieri con la quasi unanimità del voto di lavoratrici e lavoratori (1 solo contrario e 1 solo astenuto), l’accordo per il rinnovo del contratto integrativo aziendale (Cia) 2024-2026 del punto vendita Iperceramica di Fiorano Modenese, importante realtà del commercio al dettaglio e all’ingrosso di pavimenti, rivestimenti e sanitari per arredo bagno, con oltre 200 dipendenti. Iperceramica Italia Spa conta 86 punti vendita in 19 regioni in Italia e all’estero.

UN CONTRATTO INNOVATIVO
Nel contratto sono previste diverse condizioni di miglior favore rispetto al Ccnl Terziario Distribuzione Servizi Commercio. E’ un contratto innovativo, al passo con i tempi su diritti e inclusione, e dà una risposta immediata sul fronte economico.

Sono previsti percorsi di stabilizzazione dei contratti per i lavoratori in somministrazione e a termine e il confronto preventivo su terziarizzazioni e appalti per evitare il rischio di dumping contrattuale e garantire la tenuta occupazionale. Definiti anche i percorsi di crescita professionale e pari opportunità, istituita la Commissione paritetica Formazione con l’obbiettivo di elaborare, proporre e definire una formazione permanente per qualificazione e riqualificazione delle competenze professionali. Concordate 150 ore aggiuntive di permessi studio nel triennio di valenza contrattuale.

Introdotti strumenti per la genitorialità condivisa e per l’assistenza a familiari con inabilità o anziani.

Previsto lo smart working per le mansioni impiegatizie, alzata la percentuale per il passaggio da full time a part time con precedenza a lavoratrici e lavoratori che rientrano dal congedo per maternità o per assistenza a familiari inabili o anziani. 

Inserita l’integrazione salariale per congedo parentale, così come la maggiorazione sul lavoro straordinario e ordinario notturno, e aumentato il buono pasto. Fissato il massimale del premio aziendale a € 2.700 annui.

CONGEDO RETRIBUITO PER LE VITTIME
DI STALKING E MALTRATTAMENTI

Per le vittime di stalking e maltrattamenti familiari è riconosciuto un congedo aggiuntivo retribuito al 70% per 3 mesi e ulteriori 6 mesi non retribuiti con possibilità anche di trasferimento in altra sede lavorativa a tutela dell’incolumità fisica della persona e della conservazione della posizione lavorativa.

Aggiunto un importante pacchetto di permessi retribuiti per visite mediche, ricoveri riconducibili a procreazione assistita e transizione di genere, per affidi e adozioni.

Risposte anche ai diritti Lgbtqia+ con il riconoscimento della carriera Alias, pacchetto di permessi retribuiti e introdotta la gender neutral toilet.

Particolare cura ha avuto il confronto in merito a lavoratrici e lavoratori diversamente abili concordando l’utilizzo di strumenti legislativi di sostegno alla categoria e “accomodamenti ragionevoli”.

Per l’anticipo del Tfr è aumentato il ventaglio di causali, ad esempio, per cauzioni di affitto, spese per matrimoni, arredo o ristrutturazione casa, separazioni, divorzi, lutti familiari, acquisto auto familiare, adozioni e affidi, procreazione assistita, interventi per transizione di genere, studi scolastici e affitti per locazioni fuori sede.

Inserita la settimana della salute e sicurezza nei luoghi di lavoro con iniziative di sensibilizzazione, informazione e formazione. Previsto un monitoraggio puntuale dei quasi infortuni per prevenire che gli stessi possano trasformarsi in infortuni.

Recepita la legge n.4 del 15 gennaio 2021 in riferimento al rischio associato a condizioni che potrebbero compromettere il benessere organizzativo e l’eventuale presenza di comportamenti molesti. 

Siamo estremamente soddisfatti per il risultato raggiunto insieme ai delegati – affermano Cinzia Pinton (Filcams Cgil), Domenico Silvano (Fisascat Cisl https://www.cislemiliacentrale.it/categorie-lavoratori-e-pensionati/fisascat/) e Lorenzo Tollari (Uiltucs Uil) – e auspichiamo che questo possa rappresentare l’inizio di una nuova fase di relazioni sindacali con l’impresa. Inoltre si confida che gli ottimi risultati raggiunti in questo accordo rispetto ai temi della violenza e discriminazione di genere con Iperceramica Spa, possano essere di stimolo e sensibilizzazione ad altre aziende e associazioni datoriali sul territorio per sottoscrivere con i sindacati accordi di secondo livello.

 

Condividi questo articolo



CISL Emilia Centrale © Copyright 2014 - 2022

cislemiliacentrale.it
ust.emiliacentrale@cisl.it

Modena

Indirizzo: via Emilia Ovest 101, Modena
Tel: 059 890811 

Reggio Emila

Indirizzo: via Turri 69, Reggio Emilia
Tel: 0522 357411

Cerca nel sito
Convenzioni