Servizi educativi Modena: richiesta apertura tavolo su modello gestionale e condizioni contrattuali personale

Dopo le manifestazioni della settimana scorsa, Cgil Modena-Fp Cgil-Flc Cgil, Cisl Emilia Centrale-Cisl Fp-Cisl Scuola, Uil Modena e Reggio Emilia-Uil Fpl-Uil Scuola Rua hanno scritto una lettera al sindaco di Modena Gian Carlo Muzzarelli e all’assessore all’Istruzione Grazia Baracchi per chiedere un confronto sul modello di gestione dei servizi educativi 0-6 anni e sul trattamento delle lavoratrici. (altro…)

Servizi educativi Modena: richiesta apertura tavolo su modello gestionale e condizioni contrattuali personale2020-05-19T10:08:05+00:00

Con Cisl e Cisl Fp tablet per connettere pazienti in isolamento Covid con le proprie famiglie. Raccolta fondi

Una raccolta fondi della Cisl e della Cisl Funzione Pubblica di Emilia Centrale per l’acquisto di tablet da donare all’Ausl di Reggio affinché anche i pazienti più fragili affetti da Coronavirus possano rimanere in contatto con le proprie famiglie. Questo il senso di ‘Distanti ma connessi’, l’iniziativa che da oggi mette a disposizione di tutti i cittadini un conto corrente su cui fare la propria volontaria donazione a favore dell’azienda sanitaria reggiana (altro…)

Con Cisl e Cisl Fp tablet per connettere pazienti in isolamento Covid con le proprie famiglie. Raccolta fondi2020-03-29T13:47:03+00:00

Sanità pubblica: riparte stabilizzazione precari con almeno tre anni di anzianità

Dopo il confronto sindacale dei giorni scorsi riparte la stabilizzazione dei precari nella sanità pubblica. Questo grazie all’intesa tra Regione Emilia-Romagna e Cgil Cisl Uil nell’ambito delle linee guida del Patto per il Lavoro che permetterà di avere un contratto di lavoro a tempo indeterminato al personale sanitario con tre anni di anzianità a tempo determinato maturati al 31 dicembre 2019. (altro…)

Sanità pubblica: riparte stabilizzazione precari con almeno tre anni di anzianità2020-01-24T13:23:10+00:00

Agenzie fiscali modenesi al collasso: sindacati accusano, «mancano addetti e mezzi»

Carenza di personale, eccessivi carichi di lavoro, mancata nomina del direttore e del comitato di gestione, disinteresse della politica, assenza di una visione strategica della dirigenza. Sono alcuni dei problemi dell’Agenzia delle Entrate e Territorio e dell’Agenzia Dogane e Monopoli di Modena denunciati dai sindacati Fp Cgil, Cisl Fp, Uilpa, Confasal Unsa e Flp nel giorno del “Fisco Day”, ovvero la mobilitazione nazionale che oggi ha coinvolto le agenzie fiscali di tutta Italia. (altro…)

Agenzie fiscali modenesi al collasso: sindacati accusano, «mancano addetti e mezzi»2020-01-23T14:49:58+00:00

Sanità nella Bassa Modenese: aggiornamento del disegno territoriale

È stato fatto il punto sulla sanità nell’Area Nord della provincia di Modena nell’incontro che Cgil Cisl Uil, e le rispettive categorie del pubblico impiego e dei pensionati, hanno avuto nelle settimane scorse con l’Unione dei Comuni e il direttore del distretto sanitario di Mirandola dell’Ausl Massimo Fancinelli. (altro…)

Sanità nella Bassa Modenese: aggiornamento del disegno territoriale2018-11-20T11:06:19+00:00

Mirandola: incontro sindacati-Comune sul bilancio 2018/2019

Continuano gli incontri di contrattazione sociale territoriale tra il Comune di Mirandola e Cgil Cisl Uil (con le rispettive categorie del pubblico impiego e dei pensionati), in particolare sulle variazioni al bilancio 2018 e le previsioni 2019. «Dall’ultimo incontro emerge la volontà di investire nel rafforzamento delle politiche sociali, con l’obiettivo di migliorare la qualità della vita dei cittadini e tutelare le fasce più fragili della popolazione (altro…)

Mirandola: incontro sindacati-Comune sul bilancio 2018/20192018-11-07T13:09:03+00:00

La Cisl Fp: Tfr degli statali, incostituzionale il ritardo della liquidazione Il sindacato solleva la questione di legittimità al Tribunale del lavoro. “Anche nel reggiano, troppe le disparità tra pubblico e privato”. E intanto una raccolta firma on-line per cambiare la normativa

“Una disparità di trattamento inaccettabile e illogica”. Con queste parole Fabio Bertoia, segretario Cisl Fp Emilia Centrale commenta il diverso trattamento nei tempi di erogazione del Tfr tra dipendenti del settore pubblico e privato. Per i dipendenti pubblici, infatti,  il pagamento avviene in media dopo 27 mesi, mentre per i dipendenti con contratto di natura privata già da mese successivo. Si segnalano, purtroppo, anche diversi casi in cui il Tfr – che rimane comunque un bene destinato alla successione, secondo una specifica normativa – non viene riscosso dal lavoratore deceduto prematuramente.

In merito a ciò, Cisl Fp Nazionale ha aperto in questi giorni un contenzioso giudiziario contro un sistema che penalizza fortemente i dipendenti pubblici. “Queste disparità  – prosegue Bertoia – nascono dal Governo Monti e dal decreto “Salva Italia”. Anche nel nostro territorio decine di lavoratori, in particolar modo del mondo della scuola e della sanità, devono aspettare tempi lunghissimi prima di vedere il Tfr in busta paga”.

Per la Cisl Fp la norma viola il principio di eguaglianza dell’art. 2 e dell’art. 36 della Costituzione, secondo la quale allontanando nel tempo la liquidazione della somma, questa perde progressivamente di valore rispetto al lavoro svolto. “Vogliamo una normativa che equipari i tempi d’attesa tra comparto pubblico e privato. Oggi c’è un’evidente disparità, ma in momento di crisi come quello in cui stiamo vivendo  questo è del tutto inaccettabile”.

Per i lavoratori del pubblico impiego la legge attuale stabilisce un tempo d’attesa che va da un minimo di 105 giorni, ad un massimo di due anni. Nel privato i tempi sono molti più brevi: circa 30 giorni se si appartiene al settore del terziario, e di 45 giorni nel settore del commercio.

“Abbiamo lanciato anche una campagna di raccolta firme on-line (www.fp.cisl.it) per cambiare la normativa – conclude Bertoia – . Nei prossimi anni andranno in pensione più di mezzo milione di dipendenti pubblici. Queste persone si sono guadagnate il trattamento di fine lavoro lavorando ogni giorno ed è doveroso che riescano ad ottenerlo senza dover aspettare tempi biblici. Chiediamo al governo di prenderne atto”.

La Cisl Fp: Tfr degli statali, incostituzionale il ritardo della liquidazione Il sindacato solleva la questione di legittimità al Tribunale del lavoro. “Anche nel reggiano, troppe le disparità tra pubblico e privato”. E intanto una raccolta firma on-line per cambiare la normativa2018-02-09T11:41:36+00:00