Manifattura Riese: domani nuovo sciopero

Nuovo sciopero domani – martedì 1 giugno – alla Manifattura Riese, l’azienda di Carpi che produce il marchio Navigare. I lavoratori si fermano per otto ore, mentre scioperano per l’intera giornata gli addetti dei punti vendita di tutta Italia. Domani a Carpi sono previsti volantinaggi per informare i cittadini sulla vertenza. (altro…)

Manifattura Riese: domani nuovo sciopero2021-05-31T10:38:46+00:00

Manifattura Riese: domani nuovo sciopero contro i licenziamenti

Mentre sindacati e istituzioni discutono con l’azienda per evitare i licenziamenti, venerdì scorso la Manifattura Riese di Carpi ha formalmente aperto la procedura per i licenziamenti collettivi degli 82 dipendenti. Per questo Femca Cisl Emilia Centrale, Filctem Cgil Modena e Filcams Cgil Modena hanno proclamato uno sciopero che si terrà domani – mercoledì 19 maggio – per otto ore sia nello stabilimento di Carpi che nei punti vendita sparsi in Italia. (altro…)

Manifattura Riese: domani nuovo sciopero contro i licenziamenti2021-05-18T11:41:15+00:00

Vertenza Manifattura Riese: ieri incontro in Regione

La situazione della Manifattura Riese di Carpi (produttrice del marchio di abbigliamento maschile Navigare) è stata analizzata ieri in un incontro presso la Regione Emilia-Romagna al quale ha partecipato anche Roberto Giardello, sindacalista della Femca Cisl Emilia Centrale. (altro…)

Vertenza Manifattura Riese: ieri incontro in Regione2021-05-13T10:08:00+00:00

Ceramica, nuovo contratto nazionale: aumento di 76 euro nel triennio

È stata siglata ieri sera l’ipotesi di accordo per il rinnovo del contratto nazionale di lavoro dei settori piastrelle, ceramica sanitaria e materiali refrattari, scaduto il 31 gennaio 2019. L’intesa, raggiunta tra Confindustria Ceramica e i sindacati del settore Filctem Cgil, Femca Cisl, Uiltec Uil, interessa 25 mila lavoratori in tutta Italia (17 mila tra Modena e Reggio) e copre il periodo 1° gennaio 2020 – 30 giugno 2023. (altro…)

Ceramica, nuovo contratto nazionale: aumento di 76 euro nel triennio2020-12-01T11:54:17+00:00

Tuscania Ceramiche Serramazzoni: aperto lo stato di agitazione

Sono sempre più compromessi i rapporti tra i sindacati e Tuscania Ceramiche, azienda di Serramazzoni che conta oltre 200 dipendenti. Nei giorni scorsi è stato proclamato lo stato di agitazione e i lavoratori hanno dato mandato a sindacati e rsu di non sottoscrivere il contratto di solidarietà se non accompagnato da altri strumenti, con priorità alla modifica dell’orario di lavoro. (altro…)

Tuscania Ceramiche Serramazzoni: aperto lo stato di agitazione2020-10-23T13:35:19+00:00

Infortunio mortale Lormar Carpi, Cisl: «Troppi rischi nella logistica, servono regole severe»

«Troppo spesso viene data la precedenza alla velocità e urgenza del lavoro a scapito della sicurezza». Lo afferma Roberto Giardiello, sindacalista della Femca Cisl Emilia Centrale, commentando l’infortunio mortale accaduto questa mattina alla Lormar di Carpi. (altro…)

Infortunio mortale Lormar Carpi, Cisl: «Troppi rischi nella logistica, servono regole severe»2020-10-02T15:04:14+00:00

Ceramica post Covid, Cisl: «Situazione seria, riprogettare lavoro intero settore»

«Condividiamo le preoccupazioni di Confindustria Ceramica. La situazione odierna, già molto seria, potrebbe essere drammatica dopo l’estate. Per questo è necessario un prolungamento degli ammortizzatori sociali. Allo stesso tempo, però, dobbiamo contrattare insieme alle aziende nuove organizzazioni e forme del lavoro, perché nulla sarà più come prima». (altro…)

Ceramica post Covid, Cisl: «Situazione seria, riprogettare lavoro intero settore»2020-06-10T16:32:04+00:00
Torna in cima